Cultura salentina

Le pubblicazioni della settimana

Lunedì 22 giugno 2009
Arrivederci e grazie
di di Gianni Ferraris

Il saluto, il solito, aveva un suono strano quella mattina. Mi ero alzato presto come spesso succede. Da poco era passata l’alba. La caffettiera sul fuoco, la tazza doppia, poco zucchero la mattina. Poi la prima sigaretta guardando fuori. Ovunque panni stesi. Nel balcone vicino una interminabile fila di tutine per bambini. Forse una famiglia numerosa…

Martedì 23 giugno 2009
Giovanni Korallo, storia di un genio multiforme
di di Gianfranco Budano

Entrai nell’atrio del castello con la testa vuota, pervicacemente ripulita dal pomeriggio uggioso che saluta questa strana estate; non mi aspettavo nulla di particolare, senza nulla togliere alla curiosità che sempre ti pervade quando ti accingi a visitare la personale di un autore che non conosci…

Mercoledì 24 giugno 2009
Foto di Agnese BasciàIl Salento? Un ossimoro
di Agnese Bascià

Il Salento è un terra di dolci acque salate, in cui vale la pena vedere ciò che agli occhi viene occultato: pioggia asciutta, che la siccità dimentica di aver mai ricevuto, inverni caldi che il freddo non
intacca, estati fresche che il mare mitiga e una luna dalla luce solare…

Giovedì 25 giugno 2009
Il pozzo istoriato di palazzo Della Ratta a Lecce: emblematica e filosofia
intorno al tema dell’acqua

di Valentina Antonucci

Una volta all’anno lo si può vedere con tutta calma, si può girarci intorno e fotografarlo oppure semplicemente rimanere assorti in contemplazione di fronte alle quattro specchiature della sua vera…

Venerdì 26 giugno 2009

di Vincenzo D’Aurelio

L’apertura di un documento antico è un momento magico denso di emozioni e di
curiosità. A trascinarti nella lettura non è il solo il desiderio di comprenderne il contenuto ma è il coinvolgimento emotivo che una carta scritta qualche secolo fa può infonderti.

Sabato 27 giugno 2009
Giudice Giorgio. La “regina” delle masserie fortificate del Salento
di Marcello Gaballo

L’ area neritina (il territorio del comune di Nardò n.d.r.) è straordinariamente ricca di strutture masserizie, tra le più variegate per tipologia ed estensione rispetto ad altri territori a vocazione
contadina del Salento e della Puglia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...