Cultura salentina

San Gaetano, la Provvidenza e il cristiano cinismo di Terra d’Otranto

Lecce, Chiesa di Sant'Irene o dei Teatini
Lecce, Chiesa di Sant'Irene o dei Teatini

Ricorre il 7 agosto la memoria liturgica di san Gaetano da Thiene, un tempo assai venerato in Terra d’Otranto come in tutte le Due Sicilie.

Nato a Vicenza da nobile famiglia nel 1480, si laureò a Padova in materie giuridiche a soli ventiquattro anni, per poi consacrarsi interamente a Dio. Rifiutò però l’ordinazione sacerdotale, ritenendosene indegno. Si trasferì a Roma nel 1506 e divenne segretario particolare di papa Giulio II (1503-1513), senza mai lasciarsi abbagliare dai fasti della corte pontificia. Comprese in quegli anni come la Chiesa dovesse essere riformata dal suo interno e, nonostante il lavoro di curia, si impegnò nella quotidiana assistenza agli ammalati. All’età di trentasei anni accettò di essere ordinato sacerdote e, ritornato nel Veneto, nel 1520 fondò alla Giudecca di Venezia l’ospedale degli Incurabili. Fece ritorno a Roma nel 1523 e, insieme con Bonifacio Colli, Paolo Consiglieri e Giampiero Carafa (poi papa Paolo IV), fondò la congregazione dei Chierici Regolari. Sarebbero stati presto conosciuti come Teatini, dall’antico nome di Chieti (Teate), di cui il Carafa era vescovo.
Continua a leggere “San Gaetano, la Provvidenza e il cristiano cinismo di Terra d’Otranto”

Annunci