Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for novembre 2009

di Paolo Marzano

Castello degli Acquaviva: area da recuperare

Castello degli Acquaviva: area antistante

Da attento e appassionato osservatore delle bellezze architettoniche ritengo che il saper vedere possa far la differenza per chi tiene a cuore il patrimonio dei beni storico-artistici di cui sono letteralmente disseminati molti comuni salentini: come nell’esempio dell’enclave cittadina di cui vi parleremo.

Si tratta della ricostruzione ‘virtuale’, ancorché effettivamente molto plausibile, della parte sud-ovest dell’imponente castello degli Acquaviva a Nardò. Proprio in questa parte, infatti, ora inglobata dall’edilizia, addossata al castello, sorge un originale esempio, di un bellissimo torrione a ‘mandorla’.

(altro…)

Annunci

Read Full Post »

di Jenny Manisco

Castello di Acaya - torrione

Castello di Acaya - torrione

Quanto il Salento sia una terra devota alla cultura e all’arte non è mai stato così palese, forse, come la scorsa estate. Una stagione tanto ricca di manifestazioni ed eventi culturali sparsi sul territorio da inebriare chiunque si trovasse nella coinvolgente Japigia.
E nell’eterogeneo caleidoscopio costituito dalle offerte di intrattenimento culturale, le mostre d’arte l’hanno fatta da padroni: dai seducenti disegni di Milo Manara esposti a Brindisi, ai ritmici segni di Mirò ad Otranto, solo per citare i nomi più prestigiosi e conosciuti. Fino ad imbattersi in un nome che, quanto a popolarità, non è secondo a nessuno nel panorama internazionale: Leonardo da Vinci.

(altro…)

Read Full Post »

Pasquale Urso: La pausa per il pranzo (Olio su tela)

Pasquale Urso: La pausa per il pranzo (Olio su tela)

La voglia di riscoprire le proprie radici è sentimento diffuso di questi tempi, una “riscoperta” intesa soprattutto in senso storico e culturale.

Un caro amico volle regalare a un pubblico ampio, fatto di studiosi, ma anche di semplici curiosi, una chicca che merita di essere conosciuta da tutti e, magari, portata nelle scuole salentine perché il recente passato di una comunità, l’intero patrimonio di una civiltà, diventi patrimonio delle future (altro…)

Read Full Post »

Malvasia bianca del salento

Malvasia bianca del salento (foto A. Miccoli)

Reduci da un’epoca post-moderna, densa di dibattiti e controverse interpretazioni circa il concetto di sviluppo locale, attualmente è la Geografia, nella sua multiforme interdisciplinarietà, ad introdurci in un quadro metodologico che, almeno dal punto di vista concettuale, chiarisce e definisce la questione dello sviluppo locale.

Infatti il metodo geografico ha proposto un nuovo modo di intendere lo sviluppo, basato sugli assiomi della sostenibilità, quella ambientale in primis. Questo metodo ha dimostrato che l’analisi delle condizioni ambientali in relazione all’intervento umano delinea in maniera naturale il percorso che ogni territorio, attenendosi alle proprie vocazioni, identità e specificità, dovrebbe seguire.
(altro…)

Read Full Post »

Anziano agricoltore salentino intento nella potatura di un ulivo

Anziano agricoltore salentino intento nella potatura di un ulivo (foto Alessandra Miccoli)

Il Salento, estremo lembo della regione Puglia,  presenta una realtà geografica omogenea, che lo  distingue dalle altre quattro subregioni (Gargano, Sub  Appennino Dauno, Tavoliere di Foggia e Murge) e ne  esalta i caratteri distintivi.

Corrispondente alla storica circoscrizione di Terra d’Otranto, il Salento si estende a Sud della congiungente Taranto-Brindisi, fino a Santa Maria di Leuca, e  comprende l’intero territorio della provincia di Lecce e  gran parte di quello delle province di Taranto e Brindisi. (altro…)

Read Full Post »

esecuzione

Esecuzioni di massa perpetrate dai nazisti

Una storiografia del tutto infondata ritiene che la II Guerra Mondiale sia stata per le popolazioni meridionali non una battaglia combattuta per i più alti ideali patriottici e nazionali quanto, invece, una lotta principalmente contro la fame e la povertà generate dal grande disastro.

La verità, tuttavia, è ben differente perché i documenti storici circa il ruolo dei nostri eroi meridionali negli eventi italiani del 1943-45, svelano il nome di tanti giovani che si immolarono nel nome di un’Italia libera. (altro…)

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: