Opinioni

OBIETTIVAMENTE: IN CODA AGLI SCANDALI NELLA SANITA’ PUGLIESE

di Rocco Boccadamo

L'apertura dell'anno giudiziario

Nello scorso gennaio, in seno ad un commento redatto dopo aver preso parte ad una manifestazione del PD a ridosso delle primarie in Puglia, mi sono soffermato sull’accoglienza particolarmente festosa riservata in quell’occasione al già Vice Presidente della Regione Puglia Sandro Frisullo, rimasto come è noto coinvolto, nel luglio 2009, in uno scandalo a luci rosse e, a seguito di ciò, dimessosi dalla carica.

Ad un certo punto del testo in riferimento, sono poi passato ad annotare che, stando alle dichiarazioni rese in sede di interrogatorio dall’imprenditore del settore sanitario Giampaolo Tarantini, implicato di primo piano nella faccenda, Frisullo “in aggiunta ai piaceri sotto forma di escort, avrebbe goduto anche di piaceri sotto forma di tangenti o mazzette, consegnategli in buste gialle, in ascensore, al fine di far accelerare certi pagamenti”, chiosando in conclusione nei seguenti termini: “Frisullo, transeat per i trastulli con Venere, ma per eventuali mazzette proprio no”.

Non vorrei essere stato inconsapevolmente profeta di sciagure, gli è, però, che, giovedì 18 marzo, il politico mio conterraneo è stato ristretto in carcere.

Sia come sia, la notizia dell’arresto mi ha suscitato nell’interiore un senso di rammarico e anche sentimenti di sgomento.

Con ancora negli occhi e nelle orecchie il clamore delle indagini e dei recenti provvedimenti giudiziari della Procura di Trani riguardanti Berlusconi ed altri, detta ultima iniziativa ad opera dei colleghi di Bari, rappresenta, a mio modo di vedere, l’ennesimo addendo che concorre a determinare la somma, il convincimento, ormai stratificato, che una certa, diffusa parte della magistratura si muove e procede a tempo, con precisione e puntualità degne del canto del gallo al mattino (per usare un eufemismo agreste).

Tanto per essere chiari, restando alle fresche vicende pugliesi, qualcuno dovrebbe spiegare come mai, per quali ragioni, vuoi a Trani, vuoi a Bari, si sia deciso di sollevare il coperchio di determinate, pur indiscutibili, vicende giudiziarie, con l’effetto di far fuoriuscire l’acqua bollente dalla pentola, giusto durante la corrente delicata campagna elettorale e alla vigilia del voto. Non si poteva aspettare una decina di giorni? Incombeva forse il serio pericolo che i buoi scappassero dalla stalla?

E fra i compiti del Consiglio Superiore della Magistratura, oltre alla legittima salvaguardia delle figure dei magistrati da azioni e attacchi indebiti di terzi, non dovrebbe essere contemplata anche la possibilità di aprire procedimenti a carico di uffici giudiziari e dei competenti operatori ivi incardinati in caso di palese turbativa e alterazione, come nelle due escalation maturate a Trani e a Bari, di manifestazioni pubbliche importantissime quali sono le elezioni?

Esiste una precisa voce verbale di cui, in qualsivoglia sede e salvo gravi controindicazioni, è talvolta utile e opportuno tenere conto: temporeggiare, che significa ritardare un’azione, nell’attesa di un’atmosfera più favorevole.

Almeno, così la pensa l’autore di queste righe, memore, fra l’altro, che il generale romano Quinto Fabio Massimo, il primo Temporeggiatore della storia, riuscì a prevalere sul ben più forte condottiero cartaginese Annibale.

1 pensiero su “OBIETTIVAMENTE: IN CODA AGLI SCANDALI NELLA SANITA’ PUGLIESE”

  1. Se la giustizia dovesse aspettare il momento giusto per muoversi, non si muoverebbe mai. Oggi le elezioni, domani un summit internazionale, dopodomani la partecipazione alla ruota della fortuna… in politica c’è sempre qualcosa da fare, per cui non inventiamoci la balla della giustizia ad orologeria (o del legittimo impedimento, se è per questo!).
    Saluti

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...