Ambiente, Gastronomia, Territorio

Profumi del Salento: il finocchio selvatico

Add to FaceBookAdd to Twitter

Una giornata di jogging in campagna è come investire del tempo su se stessi: il fisico si riprende, si sveglia dal torpore della scrivania di fronte alla quale si lavora tutti i giorni; gli occhi si lasciano rapire da tutto ciò che c’è intorno e gli odori coprono quelli spesso medioevali e inquinati delle città.

Foeniculum vulgare
Foeniculum vulgare (ph. Wikipedia)

La campagna salentina offre un piccolo cesto di aromi, erbette quasi insignificanti, spesso snobbate, ma che se ben sfruttate possono lasciare a bocca aperta per intensità di profumi e di sapori. In mezzo a ciuffetti di ortica, ai margini di campi di grano ormai mietuti e avvizziti, si trova un alto fusto verde con fiorellini gialli: è il finocchietto selvatico, un vero e proprio microcosmo di virtù.

2 pensieri riguardo “Profumi del Salento: il finocchio selvatico”

  1. ne ho raccolto un discreto quantitativo nella campagna accanto alla masseria di ceppano, di fronte al mare, tra uggiano e santa cesarea in una giornata di maggio stranamente caratterizzata da una nebbia fittissima. ho portato a roma con me il sapore del salento, quello dell’aroma del finocchio condito dal sapore del mare…che dire…una meraviglia!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...