Arte, Poesia, Poesie

Emozioni di pietra

Pasquale Urso: "La quercia vallonea"

Come infantile carezza
Scivolano sui marmi
I rivoli d’un’inattesa
Feconda pioggia agostana
.

S’insinuano nel sitibondo
Ventre del tufo
Come provvida lama.

Il martellante rintocco
D’armonie discordi
Trafigge la plumbea
Coltre di nubi
E un incerto raggio di sole
Descrive un pastellato
Vivido ponte di luce
Che si protende
Dalle polle batraciane
Delle padule dell’Idro
Alle fertili sorgenti
Del formidabile Serchio.

Disse bene Marco Polo:
“Non c’è arco senza pietre”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...