Racconti, Scrittori salentini

Una poesia senza parole. Agostina

di Lele Mastroleo

Pasquale Urso: Lavoro nel vicolo (Acquatinta)
Pasquale Urso: Lavoro nel vicolo (Acquatinta)

Dalle ferite della Torre di Mezzo non si vedevano più i colori delle vele che avevano lasciato da quasi due ore la calata del porto dalla parte dello scoglio della Monaca sino a virare lungo i tagli della corrente del Pasca e proseguire all’orizzonte per poi scomparire. Continua a leggere “Una poesia senza parole. Agostina”

Annunci