Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for ottobre 2011

di Luca Portaluri

Amo Maglie perché ci sono nato, la amo perché è vicina a quel lembo di paradiso chiamato mar adriatico, nel suo tratto di costa italiano più pulito, mi piace Maglie per quella sorta di manicheismo politico esistente tra i cittadini secondo cui o sei “fittiano” o non lo sei, (altro…)

Read Full Post »

Gallipoli

© Cesare Cuppone: La perla dello ionio (olio su tela, spatola 50 x 70)

(altro…)

Read Full Post »

© Stefano Cacciatore: Tunderstorm

(altro…)

Read Full Post »

di Gianni Vitale
uno

Lettera spedita da Marina di Leuca, il 3 novembre 1945, da un ospite del campo H.Q. IT 35 ed indirizzata negli Stati Uniti d’America dove arrivò il 2 dicembre. Utilizzo di etichetta per Raccomandata di Mesagne, cancellata a lapis, per mancanza in loco di analoghi modelli. Annullo e striscia di censura; timbri d’arrivo U.S.A. (Foto Archivio Priv. G. Vitale)

La fine del secondo conflitto mondiale non rappresentò la conclusione del dramma degli ebrei. In mezzo alle rovine della guerra, attorno agli ex campi di concentramento del Terzo Reich, nella Germania meridionale ed in Austria (Bergen Belsen-Mathausen), vagavano decine di migliaia di sopravvissuti allo sterminio nazista. Per affrontare tale emergenza umanitaria furono istituiti diversi campi profughi, sotto la sigla di «Displaced persons», da parte dell’U.N.R.R.A. (altro…)

Read Full Post »

di Gino Pisanò

(Discorso tenuto il 13 gennaio 1996, aula Magna del Liceo Capece dal prof. Gino Pisanò in occasione delle presentazione della monografia di Emilio Panarese, Maglie. L’ambiente, la storia, il dialetto, la cultura popolare, Congedo ed., Galatina, 1995).

Prima di accostarsi all’opera di Emilio Panarese, (Maglie. L’ambiente, la storia, il dialetto, la cultura popolare, Congedo ed., Galatina, 1995) occorre tener presente che essa s’inquadra in un ambito metodologico ben preciso, quello che fa capo alla francese École des Annales, fondata negli anni Trenta da M. Bloch e F. Braudel. Da questa scuola è nata una nuova categoria storiografica: la microstoria, o meglio, la storia sociale, vale a dire il concetto di “storia dalla lunga durata”. (altro…)

Read Full Post »

Dino Licci: Atteone (acrilico su tela 110X180)

Sto leggendo l’ultimo saggio di Stephen HawkingIl grande disegno” e la sua lettura, benché non si tratti di una passeggiata, mi appassiona oltre ogni dire. Ho deciso di farne dei riassunti mano a mano che procedo nella lettura per due motivi:
-il primo è egoistico perché riassumere ciò che si è letto, ricontrollando l’esattezza dell’argomento trattato, aiuta a fermare nella mente i concetti;
-il secondo è altruistico perché mi piace condividere con gli amici la gioia di una nuova scoperta scientifica o la discussione costruttiva che può seguire ad una pubblicazione di tal genere.

(altro…)

Read Full Post »

di Lele Mastroleo

©Gianfranco Budano: Santa Maria di Leuca

…dopo il sentiero che costeggiava il campo comunale ed i tre pini che limitavano la vecchia dimora di caccia del Lucagiovanni, si inerpicava in salita una mulattiera grigia che portava su una collinetta ricca di prati e graminacee selvatiche multicolori dalla quale si poteva godere tutto il Salento in un solo sguardo. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: