Poesia

Lu cane

Cce bbole, cu me mozzica stu cane
Ca sta mme face tuttu stu casinu?
Ci la criatu! e nu se staie cittu
Crai senti sorma e puru lu vicinu.
Continua a leggere “Lu cane”

Pubblicità
Scrittori salentini

«Car le mot qu’on le sache est un être vivant»: perché la parola, sappiatelo, è un essere vivente (V. Hugo)

di Luca Portaluri

parole

Parlare, raccontare, descrivere, decantare, spiegare e via dialogando sono tutti verbi il cui uso ci permette di differenziarci dal mondo vegetale e dagli animali “altri” oltre all’uomo. Tutte le parole del mondo costituiscono un’essenza d’umanità: toccano qualcosa che esula dal loro semplice contenuto o dal significato che esprimono. Continua a leggere “«Car le mot qu’on le sache est un être vivant»: perché la parola, sappiatelo, è un essere vivente (V. Hugo)”