Arte, Poesia

Il tempo che è

di Angelo Carlo Licci

© Pasquale Urso

Tenere voci di un cuore ferito,
ali di cigno che spiccano il volo,
tra i lamenti del tempo presente
legati alla gioia di un amore che vive;

la luce dei tuoi occhi e
il sussurro dell’anima
accendono il desiderio di te
non fatto di pelle….ma di pura bellezza.

Intanto il tempo è fermo su noi
i cieli hanno sapor d’infinito
il silenzio che attraversa l’etere
è l’unico nostro parlare.

Né canti né danze
ma solo il nostro fluire
tra le mani di chi ci ha creato,
un’unica corda, un unico suono.

Annunci

Un pensiero riguardo “Il tempo che è”

  1. Bravo cugino! Non so se scientemente, ma in questa tua delicata lirica c’è il superamento del condizionamento ambientale che limita il nostro pensiero. Così lo spirito s’innalza libero e puro in quella ricerca di religiosità che è in ognuno di noi e, con noi, in tutto il creato, come se una grande rete neurale ci avvolgesse tutti. E dal dolore e dalla lotta emerge quell’amore così delicato che bilancia la nostra natura animale, l’aggressività e la sessualità che ci consentono la sopravvivenza..

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...