Antropologia culturale, Cultura salentina

Il mio primo carnevale a Gallipoli

1. Origini del Carnevale di Gallipoli

Come scrive il mio dotto amico Elio Pindinelli, “la tradizione carnascialesca in Gallipoli è molto antica, le sue radici folcloristiche affondano le origini in epoca medioevale, Continue reading “Il mio primo carnevale a Gallipoli”

Annunci
Cultura salentina, Scrittori salentini

Il comma 22 ed il principio d’indeterminazione di Heisemberg

Dino Licci, Autoritratto (Acrilico su tela)

Mettere insieme diverse discipline e farle interagire tra di loro è stato sempre il mio sogno perché non esiste una verità assoluta e forse rendersene conto, potrebbe apportare grandi benefici a un’umanità più consapevole dei suoi limiti e dei suoi errori di valutazione concettuale. Perfino il concetto di realtà viene messo in discussione dalle moderne conoscenze della fisica, cosa che rende attuale il pensiero di un altro grande filosofo. Continue reading “Il comma 22 ed il principio d’indeterminazione di Heisemberg”

Arte, Poesia, Poesie, Scrittori salentini

Dumma la luna stasira

di Lele Mastroleo

luna
Giulia Terracciano, "Calda notte" (olio su tela)

…dumma la luna stasira…

…dumma la luna stasira, vecchiu sacrestanu te lu cielu,
minti lu saliscinni allu core e mparime lu postu te le chiai, Continue reading “Dumma la luna stasira”

Recensioni, Scrivere il Salento

Omaggio ai medici salentini caduti nella Grande Guerra

copiuudi Lucio Causo

 

Luigi Ruggero Cataldi, cittadino tugliese trapiantato a Verona, giornalista e scrittore di filatelia e numismatica italiana ed internazionale, con un pregevole saggio pubblicato su “Note di Storia e Cultura Salentina” – rassegna annuale della Società di Storia Patria per la Puglia – Sezione di Maglie, Otranto e Tuglie – ha voluto rendere omaggio ai medici salentini che presero parte al primo conflitto mondiale e che sacrificarono la propria vita per servire la Patria e la professione di medico. Continue reading “Omaggio ai medici salentini caduti nella Grande Guerra”

Antropologia culturale, Opinioni

Lesbiche come ladri: oltraggio ad Aristotele e paura nel sottoscala

di Eliana Forcignanò

picass
Pablo Picasso, "La corsa" (1921) - Museo Picasso Parigi.

Ma quand’è che i politici impareranno a ragionare?

L’ultimo oltraggio al sillogismo aristotelico viene da Domenico Scilipoti – l’appellativo di onorevole può tranquillamente rimanere in un remoto cantuccio, considerando il personaggio – convinto assertore dell’uguaglianza fra lesbiche e ladri. Le lesbiche sono orgogliose di esser tali, tuttavia anche i ladri ostentano – secondo le fantasie del politico – orgoglio per la loro condizione. Dunque lesbiche e ladri sono della medesima razza. Scilipoti commette due macroscopici errori: uno logico, l’altro, per così dire, ontologico. Continue reading “Lesbiche come ladri: oltraggio ad Aristotele e paura nel sottoscala”

Scrittori salentini

Le cose che piacciono a me

di Luca Portaluri

chirico
Giorgio De Chirico, "Il Pensatore" (1973), olio su tela, Fondazione Giorgio e Isa de Chirico, Roma

 

 

Ventisette motivi per amare la vita

(ma voi fate di più, o di meno…)

Mi piace/mi piacciono:

1) le leggere imperfezioni su un viso di donna, Continue reading “Le cose che piacciono a me”