Storia

Gli ebrei e il Salento

di Giuseppe Finguerra

rabbin

Correva l’anno 1195 e Benjamin di Jona da Tudela, nel corso del viaggio che intraprese attraverso la maggior parte del mondo allora conosciuto, giunse ad Otranto. Racconta nel suo Itinerario di trovarvi oltre cinquecento famiglie ebraiche stanziate. La meta idruntina è una sosta obbligata per il viaggiatore ebreo, per l’importanza che la città ha acquisito nella diaspora del popolo eletto. Continua a leggere “Gli ebrei e il Salento”

Personaggi

Carmelo Bene a dieci anni dalla morte


1.L’estremo saluto alla sua gente
Dieci anni fa, il 16 marzo 2002, moriva Carmelo Bene, attore, scrittore, regista teatrale e cinematografico, portatore di incandescenti “folgorazioni”, nuove teorie artistiche, ultimo genio creativo, che recitava allo stesso modo nelle cantine, sulle torri, nei palazzetti dello Sport e tra gli ori e i velluti della Scala, come una Callas travestita da clown. Fatemi il funerale da vivo, aveva chiesto ai suoi conterranei salentini un anno prima di morire. Continua a leggere “Carmelo Bene a dieci anni dalla morte”

Racconti, Scrittori salentini

…una poesia senza parole. La vigilia della partenza…

di Lele Mastroleo

pescatore
Ottavio Steffenini, "Pescatore con bambino", 1924 circa.

Ndeddha entrava in punta di piedi in cucina e da lì si spostava nella camera da letto della cugina. Mimmo dormiva come al solito con le gambe rannicchiate al petto. La ragazza cercava di fare piano, in quella domenica di mezzo autunno che sorrideva ad un sole ancora estivo, per non svegliare il ragazzo, ma l’attenzione si rilevava del tutto inutile: Continua a leggere “…una poesia senza parole. La vigilia della partenza…”

Scrittori salentini

Il déjà vu

August Macke: Promenade (1913)

Il noto fenomeno del déjà vu (già vissuto in italiano) stimola la nostra fantasia e rispolvera vecchie teorie sulla metempsicosi o reincarnazione come già avveniva nella vecchia scuola pitagorica. Continua a leggere “Il déjà vu”

Arte, Fotografia

Fotografi salentini, Stefano Cacciatore: Torre dell’Alto

di Stefano Cacciatore

©Stefano Cacciatore: Torre Santa Maria dell'Alto

Continua a leggere “Fotografi salentini, Stefano Cacciatore: Torre dell’Alto”

Arte, Personaggi, Pittura, Recensioni

San Nicola e il cipresso di Diana: Dalla confusione agiografica all’errore iconografico

sannicolamira
Maglie, Chiesa Matrice, “San Nicola abbatte il cipresso di Diana”, Olio su tela, opera di Saverio Lillo (1777) – (ph. Rocco Toma, Maglie)

Tra le opere di Saverio Lillo (1734-1796) presenti nella Chiesa Madre di Maglie una in particolare merita di essere presa in esame, “San Nicola abbatte il cipresso di Diana”, realizzata dal pittore ruffanese nel 1777. Continua a leggere “San Nicola e il cipresso di Diana: Dalla confusione agiografica all’errore iconografico”

Racconti, Scrittori salentini

Sono in fila alle poste

di Lele Mastroleo

fila
Illustrazione di Mario Perrotta

Entro in ufficio con i calzoni sporchi di fanghiglia, ho beccato una pozzanghera scendendo dalla macchina un minuto prima. Ripulisco velocemente con la mano, mi asciugo il tutto con un kleenex e prendo il numero. Sono fermo in fila alle poste. Ho ottenuto il bigliettino dalla macchinetta dispensatrice. Ho avuto un fogliettino bianco con un numero. Mi tocca aspettare. Continua a leggere “Sono in fila alle poste”

Scrittori salentini

Tanti modi per essere poeta

di Luca Portaluri

poeta

“Sono un poeta, un grido unanime, sono un grumo di sogni” (G. Ungaretti)

Poesia è la proiezione nel silenzio di cadenze disposte in modo da romperlo con definite intenzioni di echi, sillabe, lunghezze d’onda; Continua a leggere “Tanti modi per essere poeta”