Personaggi, Storia

Elisa Springer: il dolore della memoria – seconda parte

Il mio domani è nei vostri occhi

Donne in un campo di concentramento nazista
Donne in un campo di concentramento nazista

Perché hai scritto in italiano e non nella tua lingua madre?

Perché dopo tanti anni, mi sento più italiana che austriaca, perché mio figlio era italiano (purtroppo è morto giovane a causa di un tumore), perché ho voluto rendere omaggio all’uomo che ho sposato e amato, e alla popolazione che mi accolto”.

Il racconto dei giorni trascorsi nei lager non solo rende giustizia ai martiri che ne fecero esperienza, Continua a leggere “Elisa Springer: il dolore della memoria – seconda parte”