Personaggi

Giuliano d’Elena e il vocabolario di Dio

Un’impresa titanica

Magritte: La lampe philosophique (1936, olio su tela, 50×66 cm, Collezione privata)

Nel momento in cui la gente sembra rifugiarsi nell’esoterico, nel misterioso, nel magico, forse perché la realtà che viviamo sempre più spesso non ci piace e ne vogliamo un’altra; nel momento in cui c’è una grave crisi di fede e quindi non si riconoscono e non si accettano più i propri limiti, la propria finitezza e si fa della  tecnologia  la nuova divinità da adorare; in questi gravi segnali di squilibrio e di insicurezza, perché sono venuti meno i grandi affidamenti, perché viviamo nella precarietà e non abbiamo un’idea chiara e distinta di quello che ci aspetta; nel momento topico in cui si sono dissolti tutti i valori e sono crollate tutte le ideologie  e l’uomo razionale di oggi deve fare un grande sforzo  per ricostruire il suo codice etico, basato su priorità morali ben definite, un artista si cimenta in una impresa titanica: la pubblicazione – dopo anni e anni di ricerche, di ascolto, di accumulazioni, di riflessioni, di appunti, di costruzioni e rifacimenti, di ritessitura, di incastro – di un libro incredibile e pazzesco, di 2380 pagine, dal titolo emblematico e salvifico: Il vocabolario di Dio.

Continua a leggere “Giuliano d’Elena e il vocabolario di Dio”