Poesia, Poesie, Scrittori salentini

Esercizio di stile

di Luca Portaluri

dsadasda
Maria BIRRICO, “Uomo chiuso nella sua solitudine, incapace di aprirsi”  (2005)

(dedica a Emile Cioran)

Chino su me stesso:
mi adopero in un vagheggiamento
del divenire.
Lucido su ali di roboanti
cadute di sogno:
spazio angusto questo mondo
per parlarvi di deliri e coscienze.
Meglio negarsi in follia
dialettica,
sublime prosa caustica.
L’uomo gli è nudo, ridicolo.
Stretto nella morsa
del mero esistere:
l’uomo gli è straniero,
spasmo incontrollabile di pensiero,
mai sorpreso, mai vincente.
Per bandiera la polvere,
origine mistero fine
entusiasta della sua diaspora.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...