Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for febbraio 2014

julia

L’attrice inglese Julia Ormond

E poi ti trovi a parlare con qualcuno, e, nel mezzo della chiacchierata ti senti dire: “Ma tu, non ti trucchi mai?”

Sì. Senza un riferimento concreto al discorso in atto. Allora cominci a chiederti se la tua notte poco riposante abbia lasciato segni così marcati sul tuo viso, se i capelli abbiano trovato un’esagerata libera espressione o, comunque, se chi ti ha di fronte stia trovando la tua presenza particolarmente poco gradevole. Il che potrebbe anche essere, umanamente, comprensibile. (altro…)

Read Full Post »

vecch

Antonio Salvatore Tolica se chiamava, ma nui tutti lu canuscinne comu lu Ucciu Moru percé tinia na culure niura e d’estate, cu ddhu sule ca quai te bbampa, diventava ancora pesciu. Se dicia ca ddha pelle cusì scura l’era pijata de lu bisnonnu sou ca, a quantu pare, era fiju de nu Turcu ca travajava tra Otrantu e l’Albania. (altro…)

Read Full Post »

di Carmelo Caroppo

cara

Nei primi anni dell’Unità compare nelle fiere e nei mercati della provincia di Lecce un singolare fischietto di terracotta smaltata dei figuli di Cutrofiano: il Carabiniere in alta uniforme con il fischietto “a ‘nculu”. (altro…)

Read Full Post »

Riflessioni a margine della mostra personale di Marcello Malandugno

di Paolo Marzano 

fig. (foto di testa) MARCELLO MALANDUGNO al CARLO V

MARCELLO MALANDUGNO al CARLO V

Il castello è il Carlo V di Lecce, il pittore si chiama Marcello Malandugno. E il ritorno di Mnemosyne?

Al tempo.

Imponente il lavoro dell’artista salentino/neretino esposto dal 12 settembre al 3 ottobre 2013 presso le sale al primo piano del maniero leccese, nella personale dal titolo “Figure/Figurazioni”, a cura di Toti Carpentieri. Lo spazio a disposizione consisteva in cinque sale nelle quali il curatore ha proposto i cinque temi che hanno perlopiù caratterizzato l’arte di Marcello Malandugno. Per gli appassionati naturalmente è stata una consapevole necessaria ed importante occasione per sondare ed avere più chiaro ‘lo stato dell’arte’ della pittura, degli ultimi quattro anni di quell’artista che va sempre più distinguendosi come uno dei più interessanti pittori sulla scena italiana contemporanea e non solo, Marcello Malandugno. (altro…)

Read Full Post »

di Paolo Rausa

Sogni e realtà di Luigi Cazzato

Le dolenti note di Luigi Cazzato, corsanese, o meglio sud-salentino come egli ama definirsi, molto prossimo a Santa Maria di Leuca  dove sorge il Santuario De finibus Terrae e dove, secondo il poeta Vittorio Bodini, “i salentini ritornano dopo morti con il cappello in testa”, attraversano come rasoiate le pagine di questo saggio, un componimento misto di prosa e poesia, innalzato dall’autore per urlare al mondo l’assurdità delle ingiustizie sociali e politiche.

(altro…)

Read Full Post »

Viaggio nella memoria

Nicola Apollonio Aradeo punto e a capoDopo vent’anni  esatti, Nicola Apollonio, scrive sulla cittadina salentina che gli ha dato i natali, il  suo secondo pamphlet, “Aradeo punto e a capo”, una radiografia della sua città, a cavallo tra storia e cronaca, amara e sincera, cruda, oserei dire, scritta tra l’assorto e il combattivo, sul filo di una memoria che diventa arte. (altro…)

Read Full Post »

Vocabolario storico dei dialetti salentini

Conservare la memoria sui dialetti storici del Salento e ricostruire la vita quotidiana della popolazione salentina nei secoli passati. Con questo obiettivo un gruppo di ricerca dell’Università del Salento ha dato vita al Vocabolario storico dei dialetti salentini (VSDS) un’opera consultabile online, aperta a tutti e in continua evoluzione.

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: