Poesia

Sicut sol electa

di Felicita Cordella

Diletta come il sole
amata oltre ogni dire;
fresca rugiada sul volto,
svanita l’ultima lacrima,
cascata di perle sul seno,
diadema di diamanti sul capo.

Di stirpe regale mi sento,
principessa d’anima
incandescente di sangue
pura nella carne,
se pur forgiata al fuoco,
e fragile e caduca.

Natura violenta inesprimibile
avvolgimi
monti e abissi stringetemi
raggio di sole imprudente
assalimi
in delirante abbraccio.

E in tripudi di tali bellezze
piangi mio cuore e risorgi
palpita libero godi,
spezzata ogni catena,
rompi l’ormeggio
e salpa.

Carne e anima
corpo e spirito
in unico amplesso congiunti
e tu sanguinante,
cuore,
e ubriaco.

1 pensiero su “Sicut sol electa”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...