Poesia, Poesie

Quando la smetterò

di Silvia Cisternino

Quando la smetterò di dirmi che mi basta il mare,
che mi piacciono i capelli arsi dal sole ed increspati dal sale,
e sarò stanca di incrociare occhi e piedi neri,
salirò su di un treno.

Se finirò di graffiarmi cercando l’ombra sui muri ruvidi,
non mi specchierò più in cornici di altarini fatti in casa,
ed odierò le mie ossa umide,
forse salirò su di un treno.

Mai rinnegherò mani gonfie di vento del sud,
rinuncerò a litanie sussurrate fra rosari e catene benedette,
ed amerò spine conficcate fra le dita e alghe aggrovigliate alle caviglie,
e non salirò su di un treno.


Salentina di Melendugno, Silvia Cisternino ha 25 anni ed è prossima al conseguimento della laurea magistrale in Lettere Moderne; sta preparando una tesi in Letteratura contemporanea. E’ interessata a ogni forma di attività culturale, soprattutto se finalizzata all’esaltazione del nostro territorio.

Annunci

3 pensieri riguardo “Quando la smetterò”

  1. Complimenti per la bella poesia. C’è tutto il sud, il Salento e il nostro mare.
    Auguri vivissimi per la tua tesi e per l’amore sincero che esprimi con tutta l’anima per la nostra terra.

    Mi piace

  2. Bella e fluida, arrivano fin qui (Toscana ) i tuoi versi freschi e piacevoli. Mi manca tanto il mare della mia terra, un alito di vento del sud arriva e mi accarezza .complimenti.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...