Poesia, Poesie

In un canicolare dì di una partenza

di Giuseppe Santoro

Pasquale Urso: Colori e sapori (olio su tela)

Potresti non incontrarmi più, mai più
un posto a tavola vuoto racconta
un letto ancora sfatto senza un corpo
una vecchia lettera trentacinque spenta
non battono più i suoi malandati tasti
e un foglio tuttora bianco non comunica,
attende invano che una valente mano
lo metta in riga e gli dia ancora un’anima.

Potresti non incontrarmi più, mai più
le tue mani protese da bambina chiedono,
i miei dubbi, le mie sensazioni malate
più non turbino le tue compiute certezze
e non cancellino le speranze e gli aneliti
trascorsi nei giorni dai cieli azzurri.

potresti incontrarmi solo un’ultima volta
lungo il tratturo di una vita consumata
ad accogliere brevi ritorni magre partenze
lusinghieri racconti a rimestarne un’altra
e comprenderai il perché dei miei certami
sovraccarichi di lusinghe e strani lumeggi.

Ti lascio tutto quanto l’amore
che mi lasciò mio padre.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...