Cultura salentina, Poesia, Poesie

Lu senzu de la vita

di Giuliana Coppola

Maglie, Piazza Municipio oggi Piazza Aldo Moro

PE CCI SCRIVI?

Se spicci tie e llu tuttu mantenimenti

se scumpone a llu gnenti,

percè scrivi?

Ete ca simu vivi.

Cchiui la penzu

la vita,

e cchiui me pare senza senzu.

E ssenza senzu, cchiui, sta calamita

ca me tira cu scriu.

Mmodu mme pariu viu.

15/10/994

NICOLA G. DE DONNO

Tu  non conosci i nomi delle strade a Maglie, inutile che te le ripeti, sfuggono perché ogni strada a Maglie, ogni angolo è un “luogo personaggio”. Luoghi-personaggi, te l’ha suggerito un giorno Anna Longoni scrivendo di Maria Corti e l’hai fatto tuo sentendo che finalmente sapevi perché esiste nell’anima tua il Parco della Rimembranza, della poesia. Sugli scalini, “gradinoni” che ospiterebbero il mondo, non sai più quanti anni fa, ma non esiste tempo per la poesia, Oreste Macrì leggeva a Maria Corti Ungaretti e Baudelaire, Rimbaud e Verlaine e allora quei gradinoni sono Macrì, Corti, Claudio e Mario Micolano e se poi ti sposti più in là trovi via Emilio Panarese e poi perdendoti giungi alla Stazione. Ci vorrebbe una targa enorme ché là arrivano i poeti tutti, lì si incontravano per poi prendere il trenino, direzione Otranto, oltre il bosco dei Calamauri: ad attenderli la Torre del Serpe, i Martiri. E se continui lungo la strada della Stazione, o forse devi un po’ svoltare -ma che importa?-, trovi via Nicola De Donno e anche Gigi De Donno e d’un tratto t’appare via Salvatore Toma e via Francesco Negro e poi li ritrovi nuovamente tutti lì, nel sorriso dei gelsomini del Liceo Ginnasio Francesca Capece. E poi via Bandello, via Nella Piccinno, via Giuseppe Santoro e via Cesare Minutello e via Nicola Cesari e via così…che qualcuno te lo sei scordato in questo primo viaggio dell’anima, già: via Rossella Pulimeno e via Aldo De Iaco, Giuseppe Toma, Titti De Simeis e ancora…che così è Maglie…tu vai e li ritrovi, i versi da non dimenticare,  quelli di Maria Cezza, ad esempio. “Lu senzu de la vita” sta qui, nel sorriso della poesia dovunque tu volga lo sguardo, a Maglie.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...