Poesia, Poesie

Franco Melissano: poesie


Quale colomba
che ritorna al nido

Taceva finalmente
lo strepito del giorno
e tu
quale colomba che ritorna al nido
venivi a me
per prodigarmi ancora
l’anelito segreto del tuo cuore.

 

L’Adda

S’è alzato il vento
questa sera
in riva al fiume.
E ruba al cielo evanescenti forme.

Qui resta
solo un torbido groviglio
di foglie e rami morti.

Corre l’acqua,
cercando la sua fine.

Scirocco

Quest’afa da scirocco sonnolento
spalma di umori appiccicosi anche
i pensieri. E con il vento cade
come gabbiano stanco il sogno mio.

Un arcano veleno di ragni millenari
possiede mente e cuore, mi smemora il passato,
intrappola il presente, finché ogni voglia tace.

Resta nell’aria greve
l’enorme vacuità
del nulla onnipotente.

 

 

Ulisse

Ancora e sempre Ulisse s’affida a picciol legno,
ancora ansioso vaga tra mari e tra pianeti
sfidando degli dei i limiti e i voleri.

E fruga e cerca e indaga, al pari del poeta,
tra sogni e tra domande sempre col cuore in pena.

E non sarà mai paga quell’anima in tempesta
nel buio dell’ignoto e dell’angoscia eterna,

sempre da dubbi oppressa e tormentata,
finché non taglierà l’ultima Parca
il filo decretato dalla sorte.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...