Cultura salentina

D’estate il sonno

di Pina Petracca

Cesare Cuppone: Tramonto, olio su tavola (spatola) 60 x 100

D’estate sul cuscino
il sonno aveva sobbalzi
e disorientamenti,
mia madre a ricordarmi
ancora un altro ago di tabacco
che il sole alla cruna
era legato troppo stretto
ed ero poco il tempo
a respirare brezza.
Alzati Pina
che la nonna
ha quasi novant’anni
ed è già sveglia
a contare le foglie
a filare la nenia
a passare alla figlia
a costruire pazienza.
D’estate sul cuscino
il sonno ha ancora sobbalzi
e disorientamenti.
Per tornarmi coscienza.

P.P. (“D’estate il sonno”) 03/08/201

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...