Poesia

La torba

di Bruno Marchi

Edward Hopper: Evening Wind (1921)

Confuse notizie dal profondo
eruttano agli occhi visioni
d’infanzie, non una, vissute
ai tremuli bordi del mondo:
sciacalli, iene, lupi
nutriti d’ombra e riflessi del mio incerto andare
d’ogni minuto, d’ogni fine.
Cauto a non cedere, attento
a chi contava la differenza
risuonando come specchio il buio dentro.
E mani non c’erano a sorreggere
ed occhi a guardare cos’ero
e braccia a cingere la vita.
Nel sedimento del sentimento
trovo torba d’emozioni
che l’acqua chiara non c’è
eppur si vive.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...