Cultura salentina, Poesie, Scrittori salentini

Vita

di Luigina Parisi

Giuseppe Diso: ‘Controra’ – olio su cartone

Mi appari antica quando ti guardo
e infilo le mani nelle tue crepe.
Sorridi e mi lasci fare, come sempre.
Materna osservi il mio affanno
nell’intingere pennelli di colore
e ripassare contorni sbiaditi dal tempo.

Mi appari antica, vissuta mila volte
eppure nuova, desiderata, inseguita.
Sei maliarda, sorgiva, verde
come foresta incantata.
Sei aspra e forte come passaggi strozzati
e duri i tuoi segni sulla mia pelle
che al passare ha rubato raggi al sole
e carezze alla luna.

Mi appari ancora più antica
quando il buio invade l’anima
e mi perdo tra i colori opachi
appena distinguibili dal tetro tormento.

Mi piace saperti antica, forse eterna,
disposta a ricavare da squarci
scrigni per le tue perle.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...