Cultura salentina, Poesie, Scrittori salentini

Che il domani arrivi o desista…

Francesca Mele: olio su tavola

di Pierluigi Mele

Che il domani arrivi o desista
con le sue scadenze inevase,
le bollette del cielo
più salate di fattucchiere e illusioni,
i suoi vuoti a perdere
in cui non crede nessuno,
i ”saremo migliori” dalle palle cadenti,
o il domani delle nostre stelle salienti:
le cose che avremmo voluto
che ancora vogliamo
una chiesa e un peccato,
siamo questo, e saremo.
Che il domani arrivi o desista
insomma cosa vuoi che importi,
ce ne faremo una ragione
oppure un torto, come per le belle parole
che arrivano quando viene
qualcuno a mancare. Domani
è un latte che succhiamo
aggrappati al seno come a una montagna
prima del disgelo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...