Poesie, Scrittori salentini

Natale

di Giuseppe Cambò

 

La Natività di Saverio Lillo

 

E’ difficile truare le parole

Pe’ spiecare la festa de Natale.

Anzi: Natale lu poi sulu ssapurare!

Natale è lu ‘ndoru ca te ccoje

tra  ‘na porta e ‘na finescia,

pe’ le vie de Maje.

Natale è na pittula ca futti ‘mpena ‘zzatu

de ddhra spasa ca mammata ha cunzatu.

Natale su’ puru ‘e cartellate:

piatti de’ rose, tuvaje ‘rricamate.

De notte, cu tie ca stai curcatu,

ddo’ mani ‘ntelligenti hannu ‘mpastatu

acqua, farina e nu’ sacciu ce ‘ngredienti:

core ‘nfiuratu pe’ vicini e pe’ parenti!

E ddhru mele, ca de oru ‘mbrilla tuttu,

pare goccia de bbrina ca lucisce:

dopu ‘na notte, segnu de speranza

ca te trase ‘ntra lu core e te ‘nducisce.

E sia gloria allu Signore ca rinasce!

 

E’ difficile trovare le parole/ per spiegare la festa del Natale./ Anzi: Natale lo puoi solo assaporare!/ Natale è il profumo che ti inebria / tra una porta ed una finestra/ per le vie di Maglie./ Natale è una “pittula” che sottrai appena sveglio/ dal vassoio che tua madre ha preparato./  Natale sono anche le “cartellate”:/ piatti di rose, tovaglie ricamate./ Di notte, mentre stavi dormendo,/ due mani intelligenti hanno impastato / acqua, farina e non su quali ingrediente: / cuore fiorito di gioia per vicini e per parenti!/  Ed il miele, che fa brillare tutto di color oro, / sembra goccia di brina mattutina:/ dopo una notte, segno di speranza / che entra nel cuore e ti raddolcisce ./ E sia gloria al Signore che rinasce!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...