Poesia

Luccicanze

di Anna Leone

Paeonia - Wikipedia

Somiglia tanto

alla peonia

fra i verdi,

quando s’affranca,

dopo aver nutrito

radici agli arbusti.

Ché esplodessero

vanti di bianchi,

sfumature di rosa

fino al furore dei rossi,

di gialli,

fino all’azzardo

di arancioni.

Questo esser già noi

sogno,

prima ancora dei trionfi.

Questo tenere in serbo

parole alla rinfusa,

prima che

si affranchino

dentro un verso.

 

Tu chiedimi l’argento

dietro un clivio;

ti darò la luna,

un riverbero sull’acqua,

un’ombra china

su un ricordo.

 

Ma se restassi così,

ripiegata così

dentro al sogno,

aspettando

che siano i petali

a spalancarsi,

fino al cuore della peonia,

fino al cuore.

(Dalla raccolta “Polena” edita da puntoacapo editrice, con prefazione di Mauro Macario)

2 pensieri su “Luccicanze”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...