cultura meridionale, Saggio

Con l’aiuto di poesia

di Rocco Aldo Corina

Henri de Toulouse-Lautrec: Il letto (1892)

Ricerca, prima di tutto, per conoscere il bello che è in noi per la verità con l’aiuto di poesia. Il nostro progetto, quindi, nasce per il cambiamento come servizio per la vita.

Ecco perché bisogna anzitutto dare spazio al filosofico sapere al di là di inopportuni stereotipi deleteri nei vasti campi del percorso conoscitivo. È il motivo per cui magnifichiamo la ricerca con l’uso della buona poesia e – lo diciamo umilmente – di quella poesia che per Aristotele vale più della storia perché è più vera per il fatto che si basa su ciò che non è, come la storia, particolare e contingente.

E poiché poesia porta verso il bene, il bello come qualità di anima pura, avremo il bello come virtù dell’anima per cui l’intelligibile si mostra al mondo alla maniera di amore che crea amore, spirito oggettivato.

Rigore logico, quindi, e buon senso per una missione di natura associativa. Uomo e mondo, dunque, insieme per il raggiungimento dei valori positivi dell’essere che opera nella qualità dei contenuti per un approfondito sapere educativo negli intenti, risolutivo dei problemi più impellenti nel campo della cultura.

Un progetto, quindi, dall’aspetto neoclassico pur nella voglia di protendere verso interessi di stampo razionalistico fuori da ogni retorica nella dialettica del sapere idealistico, possibilmente legato al vivere dei tempi. In tal senso può dare contributi inducibili storicamente a una coscienza non univoca lontana dalle seduzioni dell’irrazionalismo nella fiducia della ragione, e nel rispetto dell’esistente concreto, con lo scopo di definire – per quanto possibile – la verità lontana dal sapere spesso irrigidito dalle formule stereotipate e non storicamente determinate.

Umanesimo, quindi, come rivalutazione dei valori dell’essere, come condizione necessaria per il raggiungimento di un ordine non certo assoluto, ma sicuramente progressivo negli intenti.

È da tempo che mi batto per il rinnovamento di letteratura, filosofia e storia per una rivalutazione della cultura, ma non voglio essere frainteso perché la verità non è mia, anzi preciso che con i miei interventi non cerco la notorietà. E di ciò ha parlato «La Gazzetta del Mezzogiorno» in data 11.05.1994 a p. 20.

Desidero solo propagare umilmente quel che penso sperando in un processo di rinnovamento di letteratura e filosofia, a parer mio legate ancora a una critica per lo più superata che non risponde in pieno alle immagini create dagli Autori nelle loro opere fondamentali. Si è infatti trascurato il vero interesse dei poeti e dei filosofi, quello di «educare».

«TuttoscuolA», Roma marzo 1999, p. 4, pubblica, a proposito di ciò, questo mio breve contributo: «Mi sono accorto, leggendo le opere dei poeti e dei filosofi, che spesso su loro agisce una critica ancor legata a concetti stereotipati, direi meglio standardizzati, ovvero accolti passivamente dai più, senza che venga fatto tesoro dei tanti messaggi educativi che pure sono nei versi, meravigliosamente per noi espressi; senza voglia, insomma, di riscoprire del nuovo nel pensiero dei grandi poeti e pensatori, o se vogliamo, qualcosa di diverso, ancora non detto.

Per questo motivo alcuni uomini, vedi Leopardi, vengono ingiustamente mal considerati come se fossero immersi nella sola angoscia e non nel bene che trasmettono invece come messaggio.

Perciò povera scuola e poveri noi! Sono però dell’avviso che in noi tutti vi sia tanta voglia di cambiare e salvare la scuola per il bene nostro e degli altri, che infine il giusto messaggio possa davvero cambiare in bene la nostra Italia, dipendendo le sorti della nazione soprattutto da quelle della scuola.

Se perciò ci adopereremo per il cambiamento mediante il dialogo socratico nella ricerca, sollecitandoci a vicenda in proficui suggerimenti per la verità da aggettivare o realizzare con sacrificio, nel bene per il bene, otterremo, credo, il risultato desiderato».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...