Poesie, Scrittori salentini

Sono oltre l’inginocchiatoio…

di Daniela De Pascalis

 

GianniPascoli: Viola (2011, olio su tela 24×30)

 

Sono oltre l’inginocchiatoio

tra la sua verginità

addolorata che mi smembra

e gli occhi che virano al dio

urlante sui miei talloni

mai battezzati nella fonte che salva.

M’investe di servizio

mai dato all’altare

l’abito bianco

irreale ninna nanna sul petto.

Vorresti tornare

al mare che era di tramontana

la luce d’inverno che raffredda la pietra

uno due tre riposa

riposa la tua piccina

sotto carezze di mani d’uomo

che toccano uteri di vuoto

e fiati in fiati di bocca in bocca

nell’amore

sta aversi a se stessi

da noi che fummo e vogliamo

placide vite ingravidate di cose buone e giuste.

E io solo gravida di te.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...