Scrittori salentini

Sconcerto

di Titti De Simeis

 

Giuseppe Diso, ‘Salento’ (olio su tela, 60×90) – 2017

 

“… tastiera muta, disaccordi a mente bianchi o neri senza battito, senza chiave e a corde sfrante. Si amplifica solo il silenzio e non risponde, non sa commuovere, non accarezza, non accudisce, non acquieta i pensieri in guerra. Sono altrove, io e la mia musica. Siamo dove il respiro non chiede prestiti e dove l’alba sbriciola di miele. E lo scirocco è compagnia di voci. E sa fare casa … “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...