Poesie, Scrittori salentini

Soneria

di Cesare Minutello

Egidio Marullo: Macchia (acquerello)

-E’ una soneria costante; un micidiale compromettersi

                         una didascalia infruttuosa – ( Amelia Rosselli)*

 

antagonista dell’andare in rovina

di traverso cominci da capo

nel barlume di anno in anno

sempre più incerto

:

 

dalla scatola degli occhiolini

tiri fuori il giocattolo

d’un acrobatico schiocco

a gambe nude sul provvisorio

:

l’inappagato s’aggruma

come i sogni

al primo scivolare di raggi

senza chiasso

sciorini riparo

e culle di gomene

ché il nostro nodo

sopravviva in mezzo

al rauco del verde sgorbiato

:

incuranti le onde si susseguono

sottraendo più di ciò che donano

ma t’avventuri con me

con la coda delle cose trascorse

e quelle pronte a tutto  

in cerca di vita tra le mani

06.10.2019

* da Documento (1966/1973)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...