Poesie, Scrittori salentini

La notte…/ Toglimi di dosso…

di Marcello Buttazzo

Vincent Van Gogh. Notte stellata, 1889, olio su tela, cm 73 x 92. Museum of  Modern Art di New York | Katarte
Vincent Van Gogh. Notte stellata, 1889, olio su tela, cm 73 x 92. Museum of Modern Art di New York

La notte,

rifugio

di anime irrequiete

gemma cobalto

melodia di stelle.

E tu ordivi inganni,

ti trastullavi

con giochi da niente,

con i tuoi artifici

di piccola pazza d’amore.

I galli di luglio

cantavano

le tristi nenie del disinganno.

Eri tu

la risacca del mare

un faro di bianca illusione

la fresca tramontana

nell’estate irrespirabile.

Eri

un sentiero di luna

da leccare

con lingua

di fuoco.

  • Dalla raccolta “Di rosso tormento”, Calcangeli Editizioni, 2008

*********

Toglimi di dosso

quest’ansia sorda,

perché io possa rivedere

la loquacità del cielo.

Aprimi lo spazio

delle venature dell’anima,

perché le scorribande d’amore

possano essere di porpora

come i papaveri di fine maggio.

Troppo tempo

mi sono affannato

silente

nei porti

della rimembranza.

Ma ora è tempo

del ciliegio,

è tempo

del tuo corpo d’incanto.

Troppo tempo

tramortito dal vento

non ho colto

il fiore.

Tu dammi

il colore della passione

e l’intreccio delle tue mani

strette alle mie,

ch’io possa contenere

tutta la leggerezza

del mondo.

  • Dalla raccolta “Fra le pieghe del rosso”, I Quaderni del Bardo Edizioni, 2022

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...