Pensiero meridionale, Scrittori salentini

Virgolette

di Titti De Simeis

La calabrese (Pasquale Urso: incisione su rame)

… beata leggerezza. Di chi esce da un garbuglio di parole senz’anima e si arrende al silenzio di un racconto; di chi fa della musica l’antidoto per ogni prigione; di chi smette di essere e cerca di diventare; Continua a leggere “Virgolette”

Poesie, Scrittori salentini

Soneria

di Cesare Minutello

Egidio Marullo: Macchia (acquerello)

-E’ una soneria costante; un micidiale compromettersi

                         una didascalia infruttuosa – ( Amelia Rosselli)*

 

antagonista dell’andare in rovina

di traverso cominci da capo

nel barlume di anno in anno

sempre più incerto

:

Continua a leggere “Soneria”

Poesie, Scrittori salentini

e sul labiale…/le freatiche faccende

di Luca Crastolla

Jackson Pollock: Action Painting 12, 1949

e sul labiale fermandosi, non retrocedendo

ad alcuna forma intelaiata dell’idea

non dire, diluire: fioritura algale

Continua a leggere “e sul labiale…/le freatiche faccende”

Arte, Poesia

2002-2022: per non dimenticare, per Carmelo Bene

di Carmine Lubrano

 

… dimessa cosmogonia elegiaca esterrefatta

composita epos per istantanee

tragedie quotidiane miniature rapsodica delle grandi

formazioni nel tempo

avvenute senza traccia o eventuali: il grande sangue …

Continua a leggere “2002-2022: per non dimenticare, per Carmelo Bene”
Poesie, Scrittori salentini

Clamori

di Cesare Minutello

Scuola italiana del XVIII secolo: Angelo custode olio su tela, cm 73×48,5

m’accorgerò di non essere solo

nel centro della città

fatua di clamori natalizi

nel coro indistinto

di tacchi rumori corrieri

e frattaglie di desideri incartati Continua a leggere “Clamori”

Poesie, Scrittori salentini

con cadenza d’incolti… / davvero se viaggiamo…

di Luca Crastolla

Cesare Cuppone: Neviano – Salento (Olio su tavola 40 x 60)

con cadenza d’incolti in quotidiane

aperture e serrate di persiane, mille

mille dattilodisgrafie e precisazioni. Al torsolo

della fame un culto dei morti: sistemare

potpourri fra i capelli, i biscotti nella latta

in cui hai rinvenuto uno scatto

Continua a leggere “con cadenza d’incolti… / davvero se viaggiamo…”
Scrittori salentini, Scrivere il Salento

…il Salento è una cartolina postale…

di Lele Mastroleo

Claudio Rolfi on Twitter: "#Arte #art #painting #galleryart #dipinti  #quadri #quadri #oliosutela #langhe #mongolfiera #ombrellone #spiaggia  http://t.co/Gf2G7XWaup"
Claudio Rolfi

…il Salento è solo una cartolina postale, i fichi d’india che solcavano i muri di levante sono stati soppiantati da ringhiere in alluminio e finte granaglie di pietra viva, nei bassi delle vie del mare i letti dei pescatori hanno lasciato il posto a increduli turisti intenti a tamburellare su pelle finta di vere capre. Ho parcheggiato la memoria per una volta ancora all’albero di fico nel giardino di mio padre, ho rifatto la strada che portava agli ulivi e gli ulivi non ci sono più. Ho parlato all’ultimo geco sulla tomba di mia madre ma non mi ha risposto nemmeno lui. Continua a leggere “…il Salento è una cartolina postale…”

Storia

STORIA DI UN NAUFRAGIO TRA GIALLO E VERITA’

di Giovanni Greco

Che c’azzecca il naufragio di una nave da pesca oceanica di San Benedetto del Tronto con il Salento? E’ la prima domanda che ci si pone avendo tra le mani il volume “Dirò del Rodi” curato da Giuseppe Merlini, in cui sono documentate le vicende legate alla tragedia della “Rodi”, che il 23 dicembre 1970, a 5 miglia dalla costa marchigiana, si capovolse a causa del mare in burrasca mentre, dal porto di Venezia dove era stata per la pulizia della carena, rientrava in quello di San Benedetto del Tronto dopo aver navigato e pescato nelle acque atlantiche della Mauritania, del Senegal e della Liberia. Continua a leggere “STORIA DI UN NAUFRAGIO TRA GIALLO E VERITA’”