Saggio

Da San Cesario di Lecce alle Riduzioni gesuite del Sud America

PADRE ADRIANO FORMOSO (1601-1649)

domenica-gesuiti-324
Immagine: “Vade retro”, stampa del XVIII secolo che rappresenta padre Daniele, un gesuita che si specializzò nella conversione degli indiani d’America, mentre ferma con il crocifisso un gruppo di irochesi che assaltano la sua missione. L’immagine rappresenta bene le difficoltà incontrate dai missionari nel processo di evangalizzazione

Il 24 marzo 2014 ricorreva il 365° anniversario della morte di Padre Adriano Formoso nella riduzione gesuita di Itapua Encarnacion, attualmente Posadas in Argentina. L’ho ricordato con un mio post su Facebook dello stesso giorno. Da quattro anni mi interesso del gesuita salentino, scoperto per caso in un libro che stavo consultando nell’archivio di Stato di Porto Alegre, capitale dello Stato brasiliano del Rio Grande do Sul. In verità l’autore lo segnalava come nativo di Leche, annoverandolo fra gli italiani che si erano distinti per cultura e l’opera di evangelizzazione degli indios Guarani stanziati nelle foreste e lungo i fiumi di un territorio che oggi è suddiviso fra il Brasile, Continue reading “Da San Cesario di Lecce alle Riduzioni gesuite del Sud America”

Annunci
Territorio

La California chiama il Salento

Il gemellaggio tra Cupertino e Copertino

Cupertino_1
Teca con arazzo istoriato di Cupertino da me donato alla città di Copertino in occasione del 50* Anniversario del gemellaggio tra la californiana Cupertino City e la salentina Copertino

Era il mese di aprile 1963 quando il californiano Manuel Marchant e la consorte arrivarono in visita  a Copertino per  sentire il parere dell’amministrazione comunale per il gemellaggio con Cupertino City, città  sita nella Contea di Santa Clara nello Stato della California (USA). Continue reading “La California chiama il Salento”

Saggio, Storia

Riflessioni sulla “descrittione” tardo cinquecentesca della terra di Cupertino

Riflessioni sulla “Descrittione” tardo cinquecentesca della Terra di Cupertino

Gli abitanti di Copertino, almeno fino agli anni Cinquanta del secolo scorso, erano soliti indicare come “piscina” un vespasiano, chiuso in tempi recenti, ricavato al pianterreno del monastero delle Clarisse che si affaccia sulla odierna piazza del Popolo. Cosicchè tutti i vespasiani venivano definiti “piscina”, Continue reading “Riflessioni sulla “descrittione” tardo cinquecentesca della terra di Cupertino”

Eventi

La biblioteca vivente dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Copertino

© Pasquale Urso: Lavoro nel vicolo (incisione)

La Biblioteca Vivente è una vera e propria biblioteca con lettori, bibliotecari e un catalogo di titoli. I libri sono persone in carne e ossa che si mettono a disposizione dei lettori per raccontare la propria vita e le proprie esperienze. Continue reading “La biblioteca vivente dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Copertino”

Storia

Isabella di Clermont (Parte III)

Una rarissima immagine di Isabella di Clermont

Una leggenda, ricordata da Irma Schiappoli, narra che la stessa sera della disfatta di Sarno la Regina, travestita da frate francescano, con la scorta del suo confessore, si recasse dal principe di Taranto e gli chiedesse di non volere, dopo averla fatta regina, che andasse sperta per lo mundo e morisse serva: così ottenne che in seguito il Principe di Taranto abbandonasse le parti dell’Angioino. Forse più rispondente a verità è la narrazione di Notar Giacomo, secondo cui la regina avrebbe mandato a Sarno un suo familiarissimo (il suo confessore Pietro de Mestrettis) al quale Giovanni Antonio Orsini del Balzo rispose: Dicate a mia nipote che quante miglia sono da Sarno in Napoli tanto farrò stare ad pigliare lo reame, et ipsa è Regina et morerà Regina. Continue reading “Isabella di Clermont (Parte III)”

Storia

Isabella di Clermont, regina di Napoli (Parte II)

Una rarissima immagine di Isabella di Clermont

La morte di Alfonso il Magnanimo, avvenuta il 26 giugno 1458, scatena la lotta per la successione al regno di Napoli, protrattasi fino al 18 agosto 1462 quando re Ferrante sconfigge definitivamente a Troia il pretendente Giovanni d’Angiò. Isabella, ormai regina di Napoli, tra il 1458 e il 1462 diventa protagonista di rilievo e anina della resistenza aragonese-napoletana contro gli angioini e i baroni ribelli, tra i quali primeggiava suo zio Giovanni Antonio Orsini del Balzo. Continue reading “Isabella di Clermont, regina di Napoli (Parte II)”

Storia

Isabella di Clermont, regina di Napoli (Parte I)

Isabella di Clermont, regina di Napoli (*1424 – +1465)

Una rarissima immagine di Isabella di Clermont

Il 30 marzo 2010 ricorrerà il 545° anniversario della morte di Isabella di Clermont (o Chiaromonte), regina di Napoli dal 1458 al 1465, moglie di Ferdinando I d’ Aragona (noto pure come Ferrante il Bastardo), figlia di Tristan e di Caterina Orsini del Balzo signori della contea di Copertino, nipote di Maria d’Enghien contessa di Lecce.
E’ un personaggio di importante rilievo nella breve storia del regno aragonese-napoletano, che nel corso dei secoli non è stato mai studiato in maniera esaustiva, neanche dai cultori di storia patria di Terra d’Otranto.
Continue reading “Isabella di Clermont, regina di Napoli (Parte I)”