Poesie, Scrittori salentini

Nella fontana di città…/Toglimi di dosso…

di Marcello Buttazzo

 

Nella fontana di città

pescherò pietruzze d’oro

e cuori di leonesse.

Di petali di rose

adornerò il giaciglio

d’un amore in disuso

malinconico e ferito.

Il passero dell’oblio

svolazza fra le fronde

verdeggianti e di ruggine.

Continua a leggere “Nella fontana di città…/Toglimi di dosso…”
Pubblicità
Poesie, Scrittori salentini

è lì dall’inizio con il suo canone d’aria…

di Luca Crastolla

Cesare Cuppone, Trabucco, olio su tela 50 x 70

 

è lì dall’inizio con il suo canone d’aria

i miei trabucchi in petto e il cincischiare

delle faccende umane, la morte

che non demorde: l’albergo delle ore

un pianoforte a pioggia, ricettacolo

Continua a leggere “è lì dall’inizio con il suo canone d’aria…”
Poesie, Scrittori salentini

Ricordi

di Lele Mastroleo

…se avessi tempo vi porterei sugli scogli,

in un mattino di forse estate, a piedi nudi

sulle rive ventose di una pianura di sale,

a giocare con le ombre di sassi lanciati,

tra le lucertole e le spine di una mora;

 

Continua a leggere “Ricordi”
Poesie, Scrittori salentini

Un giorno avrò il tuo pensiero

di Francesco Pasca

Hotel by a Railroad Edward Hopper

 

Un giorno avrò il tuo pensiero.

Se una notte uscirai dai miei sogni e ti avrò di giorno al mio fianco ti dirò

Continua a leggere “Un giorno avrò il tuo pensiero”
Poesie, Scrittori salentini

Galateo ionico / Viaggi

di Biagio Liberti

 

Edward Hopper: Carolina morning

 

Galateo ionico

Nessun convenevole
sulla 106 Taranto-Reggio Calabria
non dalle parti di Roseto Capo Spulico

solo un tir di traverso
appena dopo il furgoncino rosso
addobbato con peperoncini

Continua a leggere “Galateo ionico / Viaggi”
Poesie, Scrittori salentini

Anche il tuo è un varco disperato

di Antonio L. Verri (1949-1993)

 

Pasquale Urso (Acquerello)

 

Anche il tuo è un varco disperato, furente,

di morte. Solidi lettucci in ferro o fischi

vuoti nell’aria gialla come spiga

i tuoi raggiri, poeta.

Continua a leggere “Anche il tuo è un varco disperato”
Poesie, Scrittori salentini

FULL MOON IN OTRANTO

di Cesare Minutello

 

Foto di Lorenzo De Donno

“Che senso ha dimenticare,/se poi alla fine si muore?”
-Iosif Brodskij in A Song, 1989-

qui dove il vento balla la pizzica
è un prisma la luna
sulla lavagna notturna del mare
quando alzandosi un po’ dall’acqua
colpendo alle spalle
come una zanzara
sorseggia e rimescola
i grani consumati
-maledizione! quanti balzi in gola
non abbiamo più rivisto!-
immaginatevi in processione
quello che tutto sommato rifaremmo

Continua a leggere “FULL MOON IN OTRANTO”
Poesie, Scrittori salentini

Maje (Maglie)

di Clemente Valacca (1870/1926)

 

E. De Donno, Maglie, acquerello n. 9 (2007)

 

Maje se stenne sutta a la funnina
Tutta ianca e nc’è ntornu l’ulivetu;
lu campanaru a l’aria alabastrina
spicca; luce la cocula; de retu
comparisce la chioppa verdulina
Continua a leggere “Maje (Maglie)”

Poesie, Scrittori salentini

Teoria di spine dorsali esauste nella fossa delle Marianne/Pratiche mediche

di Biagio Liberti

Edward Hopper: Carolina morning

Teoria di spine dorsali esauste nella fossa delle Marianne


Ci sarebbe da fare
un lavorio nel cavo dell’onda
nell’oscuro intervallo tra due creste
preparare gli attendamenti, i vessilli
che si vedano da lontano
dai fari lungo le coste


uno stacco
dalle babilonie, le sacre scritture metropolitane


la provvisorietà dei riti
la loro infinita stanchezza appena nati.

************************

Pratiche mediche


Quest’asma angelico
ossessivo
della ricerca di tombe


questo spiluccare di pennelli
sui teschi, sui femori, sui canini del gelada baboon
affastellamento
maniacale negli archivi di denti
di piuma in piuma


come se
la ferocia della penisola di Valdes
risuonasse negli ascensori di Pechino


cosa mai ce ne faremo del midollo ritrovato
di Gengis, degli ori
se non
una scintigrafia.

Poesie, Scrittori salentini

Nel paesino dove sono nato…

di Giuseppe Semeraro

Giuseppe Diso: Alba (olio su cartone telato), 2017

Nel paesino dove sono nato

un uomo ha fatto le cose per bene,

è andato dal benzinaio

ha riempito una tanica

Continua a leggere “Nel paesino dove sono nato…”
Poesie, Scrittori salentini

Setaccio…/In albe…

di Marcello Buttazzo

Paul Cézanne: Les Grandes Baigneuses

 

Setaccio

sabbie sull’arenile

non in cerca di conchiglie

ma di te. Filtro

pensieri,

m’illumino

di immagini

e d’un viso.

Setaccio

l’anima

e fra le pieghe sensibili

fioriscono

i tuoi seni di mandorla.

I tuoi seni

piccolini

delicati

come arboscelli

nel vento,

deliziosi

come frutti ghiotti

da leccare da mangiare.

Corbezzoli rossi

di stagione.

Sull’arenile

aspetto l’alba.

-Versi tratti da “Serenangelo”, Manni Editori, 2010

********

In albe

di profumi

tintinnanti campanelle.

Urlami

sonagli

e parole d’amore.

Nel vento

l’odore di te

e delle gialle tramontane.

Ho ancora addosso

l’aroma del tuo bacio,

nel petto mi brucia

il solco

d’una lingua di fuoco.

Volo

in un cielo

di sfarfallate crisalidi.

-Versi tratti da “E ancora vieni dal mare”, 2012