Poesie, Scrittori salentini

Uthràntu

di Nicola G. De Donno

Chiesa Greca a Otranto
Pasquale Urso: Otranto, litografia

ad Oreste Macrì

Mare de sale, jentu senza cantu:
a Uthràntu cinque sèculi de jentu,
frange de cràuli an celu, e stu spamientu
ca dura, e llu ribbombu de ddhu scıantu. Continua a leggere “Uthràntu”

Cultura salentina, Personaggi

Bruno Epifani, poeta

Bruno Epifani

Bruno Epifani è nato a Novoli (Le) nel 1936. Fin da ragazzo ha voluto promuovere nel suo paese attività culturali di vario genere, catalizzatori di fermenti creativi considerevoli per un piccolo centro del Salento. Continua a leggere “Bruno Epifani, poeta”

Cultura salentina, Racconti, Scrittori salentini

Alice nella scuola delle meraviglie

di Tina Cesari

Istituto Costa di Lecce: Anno 1927

Gli altoparlanti emettono una bella musichetta, che solletica le orecchie dei ragazzi, e una bella voce, suadente e accattivante, preannuncia l’inizio di una nuova giornata.
Silvia e Gianluca sonnecchiano ancora, mentre varcano la soglia del grande, principesco portone.
“Sai, oggi, c’è la nuova prof, da noi. Chissà come sarà la sua nuova lezione di letteratura e musica!”, esclama la ragazza. Continua a leggere “Alice nella scuola delle meraviglie”

Poesie, Scrittori salentini

Sole dolce Sole

di Domenico Muci

Salento brindisino
Foto di Gianfranco Budano

Arriverà primavera
e il tuo sogno audace
disciolto come le radici
amare degli alberi
apparirà nella candida notte
con la luce della luna
col furore delle stelle. Continua a leggere “Sole dolce Sole”

Arte, Cultura salentina, Pittura

Giuseppe Diso oggi, fra un figurativo e un astratto

di Lorenzo De Donno

Alcuni giorni fa abbiamo ammirato l’opera figurativa “La primavera”, oggi un astratto che s’intitola “La morte del pettirosso”. Due facciate della stessa medaglia. Il figurativo, delizioso e immediatamente fruibile, è un compendio di un paio di secoli di pittura, da lui assimilata e reinterpretata con sensibilità contemporanea. “La morte del pettirosso”, invece, ha un titolo e un impatto visivo che coinvolge emotivamente. Sono certo che tutti siamo andati alla ricerca del corpicino martoriato dell’uccello, magari ci è parso di averlo individuato nelle macchie di colore drammatiche che portano ancora il movimento della spatola. È il ritorno alla pittura astratta di Giuseppe, che mi sembra si sia riavvicinato al linguaggio del ciclo “Astragali” e ai quadri ispirati alle liriche di Ercole D’Andrea (tutto risalente ad alcuni anni fa). Il tutto arricchito di qualche nuovo elemento di maturità e consapevolezza. Continua a leggere “Giuseppe Diso oggi, fra un figurativo e un astratto”

cultura meridionale, Cultura salentina, Saggio

Due poeti a confronto: Vittorio Bodini e Federico Garcia Lorca. Verso un ecosistema disciplinare di letteratura comparata

di Tina Cesari

Vittorio Bodini è conosciuto, innanzitutto, come grande ispanista e traduttore di autori spagnoli, oltre che come fine prosatore e poeta e, nell’ambito dell’attività dello studio comparato delle letterature, in questo caso, italiana e spagnola, non è stato semplice tentare di accostare questa grande personalità poetica salentina con quella del poeta andaluso Federico Garcia Lorca, di cui Bodini fu critico e traduttore. Continua a leggere “Due poeti a confronto: Vittorio Bodini e Federico Garcia Lorca. Verso un ecosistema disciplinare di letteratura comparata”