Poesia

Torre del serpe

Commiato, di Florio Santini

 

Se cadrà quella pietra resistente

in bilico dov’è la finestrella

della torre non rimarrà più niente

a testimonio di quanto fosse bella. Continue reading “Torre del serpe”

Annunci
cultura meridionale, Cultura salentina, Saggio

In ricordo  di Florio Santini

 

 

Percorrendo col dovuto rispetto e necessaria attenzione  il pavimento della cattedrale di Otranto, s’incontrano personaggi inconsueti come un asino che suona la lira, una evidente allegoria di cui s’impossessò, con simpatica autoironia, il mio vecchio amico Florio Santini. Ne tirò fuori un libro pieno dei ricordi di un addetto culturale presso le nostre ambasciate in Ankara, Beirut, Dakar, Nairobi, Jakarta, una sorta di diario come appunto decise d’intitolare uno dei suoi primi libri: “ Il diario dell’asino arpista”. Continue reading “In ricordo  di Florio Santini”

Cultura salentina, Personaggi, Scrittori salentini

Sette personaggi per sette quadri

Se vieni nel Salento, – scriveva Cesare Brandi – finisci per farne una corsa di nostalgia; nostalgia del Sud spinto, e quasi sentore della costa africana, nostalgia del mare, delle trattorie sul mare, e di quel vino rosé autentico e generoso, non falsificato. E la mia corsa è durata trent’anni.

Silhouette (Foto di Gianfranco Budano)

Continue reading “Sette personaggi per sette quadri”

Cultura salentina

Ricordo di Florio Santini cuore che non brucia


Ricordiamo il grande Florio Santini, che ci salutò per sempre quattro anni fa dalla Versilia, a due passi dal golfo dei poeti, di Byron e Shelley, che tanto amava. Quando disse l’ultimo addio, alla vigilia di Natale, gli era vicino sua figlia, Cristiana, l’infermiera Gina, e “Perla”, la sua amatissima, gigantesca Terranova nera, che non lo abbandonava neppure per un attimo. Continue reading “Ricordo di Florio Santini cuore che non brucia”

Personaggi, Scrivere il Salento

Sette personaggi salentini in cerca d’autore

La maglia (Pasquale Urso - Acquaforte)

Se vieni nel Salento, – scriveva Cesare Brandi – finisci per farne una corsa di nostalgia; nostalgia del Sud spinto, e quasi sentore della costa africana, nostalgia del mare, delle trattorie sul mare, e di quel vino rosè autentico e generoso, non falsificato. E la mia corsa è durata trent’anni. Continue reading “Sette personaggi salentini in cerca d’autore”