Scrittori salentini, Scrivere il Salento

…il Salento è una cartolina postale…

di Lele Mastroleo

Claudio Rolfi on Twitter: "#Arte #art #painting #galleryart #dipinti  #quadri #quadri #oliosutela #langhe #mongolfiera #ombrellone #spiaggia  http://t.co/Gf2G7XWaup"
Claudio Rolfi

…il Salento è solo una cartolina postale, i fichi d’india che solcavano i muri di levante sono stati soppiantati da ringhiere in alluminio e finte granaglie di pietra viva, nei bassi delle vie del mare i letti dei pescatori hanno lasciato il posto a increduli turisti intenti a tamburellare su pelle finta di vere capre. Ho parcheggiato la memoria per una volta ancora all’albero di fico nel giardino di mio padre, ho rifatto la strada che portava agli ulivi e gli ulivi non ci sono più. Ho parlato all’ultimo geco sulla tomba di mia madre ma non mi ha risposto nemmeno lui. Continua a leggere “…il Salento è una cartolina postale…”

Cultura salentina, Racconti, Scrittori salentini

…ricordi (1)

di Lele Mastroleo

 

Antonio Ligabue: Ritratto di Elba

Gino questa sera mi ha accolto con addosso una sgargiante magliettina arancione e verde, di quelle che trovi a tre euro al parco della Montagnola o alla fiera dei morti, in quella bancarella della nonnina di una vecchia canzone di Guccini o di Lolli. Continua a leggere “…ricordi (1)”

Racconti, Scrittori salentini

Piove…

di Lele Mastroleo

…piove, di un leggero e bianchiccio gocciolio che solo ottobre riesce a fare. L’androne si riempie di foglie disparate e tristi, sulla piazzetta della torre una mosca volteggia in cerca di riparo, Continua a leggere “Piove…”

Cultura salentina, Poesie, Scrittori salentini

L’odore è quello sacro del cardo…

di Lele Mastroleo

Salvatore Leone, olio su tela

…l’odore è quello sacro del cardo
arso da un sole devoto e anziano,
il sapore del seno di una madre
umido di sale e terra rossa, Continua a leggere “L’odore è quello sacro del cardo…”

Cultura salentina, Poesie, Scrittori salentini

Spingo le braccia ancora in alto…

di Lele Mastroleo

Claude Monet: (1840-1926) Campo di papaveri ad Argenteuil (1875)

…spingo le braccia ancora in alto,
sino a riuscire toccare il cielo,
e con la punta delle dita sfioro
tutti i miei dubbi e le debolezze,
e finalmente posso dare una carezza ai miei racconti, Continua a leggere “Spingo le braccia ancora in alto…”

Cultura salentina, Poesie, Scrittori salentini

E’ solo per quella piccola ruga

di Lele Mastroleo

Foto di Stefano Cacciatore

…non è l’alba che porta a spasso il mio destino,
nemmeno il mattino con il sole dalle gote di fachiro o la sera con le sue nuvole alte sopra una luna balorda Continua a leggere “E’ solo per quella piccola ruga”

Cultura salentina, Poesie, Scrittori salentini

Amate, amate sempre

Giuseppe Diso: Ritorno dai campi, olio su cartoncino

di Lele Mastroleo

…amate, vi prego, amate sempre, amate ovunque, comunque.
Metteteci la rabbia, la disperazione, l’orgoglio, ma amate, continuate a farlo sempre ed anche se vi diranno che non serve a niente voi fatelo. Continua a leggere “Amate, amate sempre”

Cultura salentina, Racconti, Scrittori salentini

Notte di tante notti / Nel mio negozio di silenzi

di Lele Mastroleo

“Pemaquid Light,” Edward Hopper, 1929, watercolor on paper, 14 x 20″, Portland Museum of Art

…il fumo sale dritto tra le tende di cotone e la luna affacciata sul terrazzo di fronte, come l’aquilone che mi portava a spasso sulla strada dietro la scuola, nei pomeriggi di poco inverno fin sopra le luci dei lampioni, Continua a leggere “Notte di tante notti / Nel mio negozio di silenzi”

Cultura salentina, Racconti, Scrittori salentini

Altro non so fare / Testa o croce

di Lele Mastroleo

G.Diso: “Il mare “, olio su cartone telato, 2020

…curvo sulla schiena, sulle ginocchia nude, con le mani tra le zolle, estirpo zizzania e rassodo la nera pianura dei miei avi, con poca acqua e una lacrima. Da qui, dove il sole emerge dal mare e nel mare muore, strappo le radici della gramigna e del trifoglio e metto a dimora l’infanzia serena di mio padre. Qui dove il cielo si colora di fichi e oleandri, ho messo il tabacco ad essiccare su ogni mio ritorno. Coltivo l’incanto, altro non so fare… Continua a leggere “Altro non so fare / Testa o croce”

Cultura salentina, Racconti, Scrittori salentini

Il futuro non ci appartiene

di Lele Mastroleo

…il pettirosso che si è posato sul balcone questa mattina teneva il viso rivolto verso il sole, appoggiato alla ringhiera pigolava lentamente, calmo come solo gli uccelli sanno essere.
-“…buongiorno, ti godi questa bella giornata? Approfittane, da domani sarà freddo e tornerà l’inverno…”
-“Ti capita mai di pensare solo al presente, Lele?”
-“…perché me lo chiedi?…” Continua a leggere “Il futuro non ci appartiene”

Cultura salentina, Racconti, Scrittori salentini

Laggiù, tra la mia terra…

di Lele Mastroleo

G. Diso: “Casolare abbandonato “, olio su cartone telato, 2020

…laggiù, tra la mia terra, dove la morte sa di vaniglia, dolce e sapida come un giorno d’autunno, dove riecheggia silente tra le voci del mercato delle erbe appena il mattino; laggiù la morte è del colore delle sedie di paglia che trovi sull’uscio di vecchie case, Continua a leggere “Laggiù, tra la mia terra…”