cultura meridionale, Cultura salentina, gastronomia

U Cannarutu!

di Lorenzo De Donno

Cappuccino freddo alla magliese. Scusate se nomino le marche (che non mi sponsorizzano) ma certe specialità sono obbligatorie per garantire l’eccellenza del risultato. Continua a leggere “U Cannarutu!”

Cultura salentina, Racconti, Scrittori salentini

Liselotte

di Lorenzo De Donno

Quel piccolo cimitero di campagna mi appare, ogni volta, dopo una serpentina di curve che, in quel tratto lievemente degradante, movimenta la monotonia della provinciale. Da quel momento in poi la carreggiata si restringe, perdendo le banchine transitabili, con l’asfalto che diventa sottile come una lamina e poi si separa in placche, sconfinando quasi nell’erba alta. Per alcune centinaia di metri la strada si allunga in un rettilineo che, se affrontato in accelerazione già dall’uscita dell’ultima della curva, è sufficiente per disimpegnarsi da un motocarro, da un trattore o da un’auto particolarmente lenta che precede. Subito dopo, però, una curva stretta a destra costringe a una pronta frenata e toglie ogni possibilità di scorgere in tempo i veicoli che sopraggiungono in senso contrario. E’ frequente, pertanto, di dover concludere il sorpasso con un rientro repentino, avendo già di fronte un veicolo che risale dalla marina. Continua a leggere “Liselotte”

cultura meridionale, gastronomia

Croccantezza un corno!

di Lorenzo De Donno

Piatto tipico della cucina salentina: la frisella

MasterChef ha bruciato il cervello a tanti aspiranti cuochi. Un amico, una volta, mi disse che, davanti a una pietanza preparata dalla moglie e non venuta bene, si era dovuto sforzare di non buttare cibo e piatto nella spazzatura. E stava per dirle di consegnare il grembiule e di abbandonare la cucina. Se stare a tavola è anche educazione, quello che accade in cucina sembra debba essere un porto franco, dove l’esperienza e la professionalità non bastano se non sono accompagnate dall’arroganza, da un linguaggio irrispettoso, dalla derisione e dall’umiliazione esplicita verso chi sbaglia. Continua a leggere “Croccantezza un corno!”

Cultura salentina, Opinioni

Citazioni, balsami e Papa Galeazzo

di Lorenzo De Donno

Premesso che non è colpa mia se il primo balsamo che ho sentito nominare era il Balsamo Sloan e non quello dei testi biblici. Sembra che su Facebook nessun buongiorno sia più tale senza un mazzo di fiori e la dotta citazione di un aforisma di autore famoso o di un proverbio indiano. Poi ci sono le signore sedicenti “Dolci e bastarde”, che terrorizzano, con sole dieci parole su sfondo rosso, ogni uomo che, nella giornata, volesse approcciarle, e i poeti e le poetesse che gli aforismi li producono “myself”, a getto continuo, rimescolando ogni giorno le stesse parole (oggi si usa molto il “balsamo”, lenitivo dei dolori dell’anima) e i medesimi concetti, e li firmano a copyright, perché non sia mai che qualcuno voglia rubarli. Purtroppo quasi tutto è stato già inventato e beccare una metafora realmente inedita, sulla quale costruire una composizione originale, è meno facile di indovinare un terno al lotto! Continua a leggere “Citazioni, balsami e Papa Galeazzo”

Cultura salentina, Racconti, Scrittori salentini

I Vespri di Notre Dame

di Lorenzo De Donno

Un foglietto piegato in quattro, che cade da un libro di fotografie preso dalla libreria, mi fa fare un inaspettato viaggio indietro nel tempo. Il viaggio, ideale e nostalgico, nello spazio era già premeditato; perché, se no, decidere di sfogliare un libro di foto dei capolavori del Louvre? La coincidenza del periodo mi sorprende: era proprio la Settimana Santa di qualche anno fa. Continua a leggere “I Vespri di Notre Dame”

Cultura salentina, Saggio, Scrivere il Salento

Mai pe’ cabbu

di Lorenzo De Donno

Guest star: Boris Johnson.
Non avrò lo stesso bon ton di altri amici che, molto elegantemente, si sono astenuti da ogni tono di rivalsa contro la stupidità del primo ministro inglese. Io, invece, ne parlo perché non posso rinnegare la mia anima provinciale, magari senza affondare il fioretto fino in fondo come vorrei, giacché – come ha detto il Papa – siamo tutti sulla stessa barca (infetta). Nel farlo non me ne faccio una colpa, considerato che il Padreterno ( o Chi per Lui), nel colpire il biondo, é stato benevolo e ha previsto già una forma molto leggera di Covid-19. Se poi pensiamo che, al sopra detto, madre natura ha già dato un aspetto da personaggio dei Muppett Show – anche peggio, se possibile – non c’è veramente altro da aggiungere. Continua a leggere “Mai pe’ cabbu”

Cultura salentina, Racconti, Scrittori salentini

Il pappagallo e il poeta

di Lorenzo De Donno

Era un’estate dei primi anni Settanta, la scuola era finita. Avevo appena terminato di leggere un libro che aveva fra i personaggi un avventuriero che, nelle sue scorribande, portava con sé un pappagallo parlante. La storia mi aveva così preso che pensai sarebbe stato bello avere un uccello come quello descritto nel romanzo. Avevo tutte le intenzioni di procurarmene uno. Continua a leggere “Il pappagallo e il poeta”

Racconti, Scrittori salentini

Maria sulla terrazza

di Lorenzo De Donno

(Si riscopre la terrazza, la lammia in dialetto, che era, un tempo, un luogo di sfogo per prendere una boccata d’aria e per rimanere soli per qualche minuto, anche per sfuggire agli interni, spesso sovraffollati, delle piccole case dei centri storici). Continua a leggere “Maria sulla terrazza”

Cultura salentina, Racconti, Scrittori salentini

MR. GEORGE DAVIS AND HIS WIFE -Sitcom- Episodio n.3 – Il Detailing

di Lorenzo De Donno

A quell’ora Eveline, di norma, si sedeva a un divanetto comodo del soggiorno per leggere. Infatti lei era là, immersa in un thriller avvincente, con la testa un po’ retratta fra le spalle, in posizione di difesa, immedesimata – come accadeva sempre – con il personaggio femminile del libro. Questa volta era una detective sotto falsa identità e il serial killer stava per aggredirla alle spalle. Il rumore della porta d’ingresso che si richiudeva la fece sobbalzare. Poi George si affacciò nella sala del cottage: – Ti restituisco le chiavi della tua Mini. Piove ancora, tanto per cambiare – disse, rassegnato – E inizia a fare freddo. E’ proprio un’avvisaglia d’autunno… –
– Lascia nell’ingresso il tuo impermeabile, caro, non gocciolare per casa, la povera Mimy ha appena pulito. E’ ancora dal meccanico la nostra Range? – chiese Eveline, mentre il marito ritornava sui suoi passi per sistemare l’indumento bagnato sull’attaccapanni. Continua a leggere “MR. GEORGE DAVIS AND HIS WIFE -Sitcom- Episodio n.3 – Il Detailing”

Arte, Cultura salentina, Pittura

Giuseppe Diso oggi, fra un figurativo e un astratto

di Lorenzo De Donno

Alcuni giorni fa abbiamo ammirato l’opera figurativa “La primavera”, oggi un astratto che s’intitola “La morte del pettirosso”. Due facciate della stessa medaglia. Il figurativo, delizioso e immediatamente fruibile, è un compendio di un paio di secoli di pittura, da lui assimilata e reinterpretata con sensibilità contemporanea. “La morte del pettirosso”, invece, ha un titolo e un impatto visivo che coinvolge emotivamente. Sono certo che tutti siamo andati alla ricerca del corpicino martoriato dell’uccello, magari ci è parso di averlo individuato nelle macchie di colore drammatiche che portano ancora il movimento della spatola. È il ritorno alla pittura astratta di Giuseppe, che mi sembra si sia riavvicinato al linguaggio del ciclo “Astragali” e ai quadri ispirati alle liriche di Ercole D’Andrea (tutto risalente ad alcuni anni fa). Il tutto arricchito di qualche nuovo elemento di maturità e consapevolezza. Continua a leggere “Giuseppe Diso oggi, fra un figurativo e un astratto”

Cultura salentina, Racconti, Scrittori salentini

MR. GEORGE DAVIS AND HIS WIFE -Sitcom – Episodio n.2 – Scoiattoli a Hyde Park

di Lorenzo De Donno

– Sir George Davis, durerà ancora molto la tua scorta di noccioline? E comunque, puoi smettere, almeno quando ci sono io, di gesticolare come un matto? – chiese Eveline al marito. Seduta su una panchina di Hide Park, lungo il vialetto che si imbocca dall’ingresso di Bayswater Road e che costeggia, a destra, il The Long Water, aveva appena concluso un capitolo “neutro” del libro che stava leggendo, di quei capitoli che riepilogano e approfondiscono i fatti già accaduti senza nulla aggiungere alla storia, e non riteneva opportuno iniziare il successivo, dato che si avvicinava l’ora del brunch domenicale. Continua a leggere “MR. GEORGE DAVIS AND HIS WIFE -Sitcom – Episodio n.2 – Scoiattoli a Hyde Park”

Cultura salentina, Racconti, Scrittori salentini

MR. GEORGE DAVIS AND HIS WIFE Sitcom – Episodio n.1 – La cassiera.

di Lorenzo De Donno

George si affrettò a depositare i sacchetti nel baule della sua Range Rover. Rimase per un istante con il dubbio se fosse più conveniente chiudere l’ombrello, riporlo nel baule e salire in macchina, rimanendo per qualche secondo esposto alla pioggia, scelta che avrebbe preservato la tappezzeria dell’auto, o cercare di sedersi e poi chiudere con destrezza il parapioggia, a sportello accostato, per riporlo fra il sedile e la portiera con una rotazione veloce del polso. Eveline, dalla poltrona del passeggero, gli faceva cenno di affrettarsi. Lei aveva già allacciato la cintura di sicurezza, aveva tolto dal capo il suo basco di lana rossa, ormai appesantito dalla pioggia, e cercava di asciugarsi il viso e le mani con dei kleenex prelevati dal cassetto del cruscotto. Aveva le scarpe bagnate, i piedi gelati, e non vedeva l’ora di riscaldarsi davanti al caminetto acceso del cottage. Continua a leggere “MR. GEORGE DAVIS AND HIS WIFE Sitcom – Episodio n.1 – La cassiera.”