Racconti, Scrittori salentini

Quello che ci serve

di Lorenzo De Donno

Foto di Lorenzo De Donno

Giornali sui letti, cruciverba interrotti, inserti di cucina. Dovremmo imparare a tenerci fuori dalle diatribe indotte, quelle che, a pensarci bene, non è che ci interessino direttamente. In fin dei conti, a noi “sponzatori” di frise, ce ne frega davvero dell’annosa polemica fra guanciale e pancetta nell’amatriciana? E la giusta mantecatura della “cacio & pepe” è veramente un nostro problema? E l’uovo nella carbonara? Quando, come e quanto? Continue reading “Quello che ci serve”

Annunci
Cultura salentina, Racconti, Scrittori salentini

Un’alba

di Lorenzo De Donno

© Cesare Cuppone: Alba su S. Cesarea Terme (olio su tela 50 x 70)

Il cielo si è schiarito da poco. In attesa della partenza di un treno, ogni tanto guardavo in alto, nella striscia di spazio vuoto fra il tetto del vagone e la pensilina. Il nero si era diluito, ma non in modo uniforme: un grigio azzurro, a chiazze, che si rimescolava al passaggio veloce delle nubi, spinte dallo scirocco. Ho abbracciato mio figlio e l’ho tenuto stretto per qualche secondo. I suoi capelli sapevano di shampoo ma a me hanno ricordato ancora l’odore di latte e di vaniglia che avevano quand’era bambino. Continue reading “Un’alba”

Cultura salentina, Racconti, Scrittori salentini

Mare d’inverno

di Lorenzo De Donno

La pioggia leggera è complice degli innamorati, sgombra le strade di Otranto dai perditempo e dalle persone non realmente interessate.
Un gruppo di ragazzi di colore si è disposto in cerchio sul lungomare, presso la scalinata che conduce al molo. Battono le mani a tempo, incuranti della pioggia, provando e riprovando per trovare la giusta sincronia. Cantano un motivo della loro terra, un ritmo quasi tribale con echi arabi, che non ha nulla di nostalgico. Una sorta di rituale che rievoca, e forse rafforza, la loro precisa identità. Otranto, da sempre, abbraccia i popoli. Continue reading “Mare d’inverno”

Cultura salentina, Racconti, Scrittori salentini

Daria verrà

di Lorenzo De Donno

Amedeo Modigliani: ritratto di un giovane donna 1918

Aspettò alcuni minuti sulla porta del negozio. Lo spazio all’interno era esiguo, giusto una striscia di mattonelle ritagliata fra le piante, una sorta di breve sentiero in una piccola foresta artificiale, sbarrato da un vecchio bancone di legno macchiato dall’umidità. La proprietaria, infagottata con berretto, pullover e scialle di lana, si intratteneva con una cliente, occupando quasi tutto lo spazio disponibile fra la cassa e l’ingresso. L’acquirente era una donna dal fare nervoso, sui quarant’anni, con i capelli cortissimi, che indossava una tenuta da motociclista. Non sembrava per nulla convinta sulla scelta di una pianta che la titolare le aveva proposto e che aveva isolato dalle altre per potergliela far vedere meglio. Con un atteggiamento apatico e il tono della voce cantilenante, la fioraia ogni tanto interrompeva il silenzio e aggiungeva informazioni sulle annaffiature, sull’esposizione alla luce, sulla concimazione, ma ogni cosa che diceva sembrava aumentare l’incertezza della sua interlocutrice e allontanare il momento della chiusura della vendita. Continue reading “Daria verrà”

Cultura salentina, Racconti, Scrittori salentini

Marzo

di Lorenzo De Donno

© Gianfranco Budano: Pasque-flower

Uscire di casa e realizzare che l’albero di mandorlo dall’altra parte del muro di cinta è già fiorito, a mia totale insaputa, mi lascia perplesso. Gli altri anni l’ho scrutato giorno per giorno. Quale demone mi ha chiuso gli occhi mentre le gemme si inturgidivano e si dischiudevano e io, ogni mattina, gli passavo distrattamente vicino? Continue reading “Marzo”

Cultura salentina, Racconti, Scrittori salentini

La luna dei Borboni

di Lorenzo De Donno

Le poche strade che si percorrevano abitualmente con l’auto di papà avevano nomi molto semplici: la via del mare, che era la strada per Otranto, la via dell’Upim , che era quella che portava a Lecce. Perché un ragazzino della provincia degli anni 70 amava Lecce solo perché c’era la Upim, con il suo reparto dei giocattoli. Amava la Upim a prescindere, e Lecce di riflesso, perché conteneva quel fantastico magazzino. Continue reading “La luna dei Borboni”

Bozzetti di viaggio, Cultura salentina, Scrittori salentini

Il Natale in Alsazia – Diario di viaggio

di Lorenzo De Donno

Colmar (Alta Alsazia), 8 dicembre 2017

Quattro note, che si ripetono in un crescendo per nulla scontato, quasi drammatico, che segue un’ouverture fuori spartito, a labbra chiuse, che simula l’alzarsi del vento invernale delle steppe dell’Ucraina. Continue reading “Il Natale in Alsazia – Diario di viaggio”