Saggio

Elementi di magia popolare nel mondo contadino del Salento e della Puglia. (Parte seconda)

di Gianfranco Mele

"L'attesa", acquaforte (Pasquale Urso)
“L’attesa”, acquaforte (Pasquale Urso)

Funzioni magico-oracolari delle edicole votive e dei crocevia

A partire dal medioevo si diffonde l’usanza di erigere edicole votive in prossimità dei crocicchi, usanza mutuata dai larari pagani e dai pilastri votivi in onore di varie divinità. Queste edicola hanno la duplice funzione di essere relazionate a particolari accadimenti come miracoli, guerre, epidemie, cataclismi e avvenimenti religiosi eccezionali, e di costituire luogo di “visita” non solo per voti, preghiere e suppliche, ma anche a scopo predittivo-oracolare. Anche in questa ultima accezione le edicole votive cristiane prendono il posto degli antichi monumenti dedicati alle divinità pagane. Continua a leggere “Elementi di magia popolare nel mondo contadino del Salento e della Puglia. (Parte seconda)”

Racconti, Scrittori salentini, Tradizioni

Quella volta che vidi la Macara

di Lorenzo De Donno

Caremma salentina
Caremma salentina

Nel Salento i demoni non amano la notte. Nei pomeriggi d’estate, quando il caldo diventa insopportabile e i raggi del sole così bianchi da saturare il cielo e da accecare la vista, abitano la lama di spazio impercettibile che esiste fra la luce e l’ombra. Pochi sono consapevoli di quanto si possa essere vulnerabili attraversando quella linea, anche per una sola frazione di secondo. Continua a leggere “Quella volta che vidi la Macara”

Saggio

Ipazia

Ipazia di Alessandria, illustrazione del 1908

Nel 332 fu fondata per volere del grande Alessandro Magno una grande città, Alessandria D’Egitto e, su suggerimento di Aristotele, un’immensa biblioteca chiamata “Bruchium”, una vera linfa del sapere per tutta l’antichità. Continua a leggere “Ipazia”

Arte, Scrivere il Salento, Storia, Territorio

A Maglie, sulla strada di San Donato

Add to FaceBookAdd to Twitter

chiesa
Chiesa di San Donato (ph. Vincenzo D'Aurelio)

Una passeggiata in bicicletta tra le antiche stradine di campagna riserva spesso piacevoli sorprese. A Maglie, percorrendo un prolungamento di via Morandi ci si imbocca in una stradina una volta nominata strada di San Donato. Continua a leggere “A Maglie, sulla strada di San Donato”

Archeologia, Cultura salentina, Storia, Territorio, Tradizioni

Magia e “salentinità”: le pietre preziose.

libro magicoAlle pietre, in particolare a quelle preziose, il popolo salentino ha da sempre riconosciuto virtù di protezione e d’aiuto. Le stesse, come amuleti, propiziavano il bene e difendevano il possessore dal maligno, dalla malattia, dalla povertà e dalle forze negative in genere.

Una credenza questa che è probabilmente di provenienza fenicia, secondo il noto storico salentino Luigi Maggiulli, ma la stessa si ritrova anche nell’area araba, dove alle pietre sono associati diversi poteri benefici. Il rubino portato al dito combatte la paura, protegge dai fulmini e dalla peste mentre, se posto sotto la lingua, calma la sete. Lo smeraldo tiene lontano il maligno, guarisce dai morsi delle vipere e fortifica la vista.

Continua a leggere “Magia e “salentinità”: le pietre preziose.”