Poesie, Scrittori salentini

Un solo filo

di Maria Grazia Anglano

 

G. Diso: “Casolare abbandonato “, olio su cartone telato, 2020

 

Cosicché, attraversiamo tante vite, per fuggire la nostra.
Come da foglia a foglia, dello stesso albero. 
E c’è un solo filo, lungo e sottile,

Continua a leggere “Un solo filo”

Cultura salentina, Poesie, Scrittori salentini

Si sfilaccia il cielo…

di Maria Grazia Anglano

G.Diso: “Il mare “, olio su cartone telato, 2020

Si sfilaccia il cielo di rosso
trame ordite al saluto del giorno.
Trasversale la linea bianca Continua a leggere “Si sfilaccia il cielo…”

Racconti, Scrittori salentini

Come due foglie

di Maria Grazia Anglano

Come due foglie cadute in un lago, i suoi occhi.
Zattere naufraghe senza vento, ad indicare nessuna direzione.
Era così che si percepiva Marisa come se qualcuno le avesse spostato quella folla di giorni e cose a venire, in qualche angolo declive. Ormai risucchiati, spariti. Continua a leggere “Come due foglie”

Poesia

Ci sono distanze…

Salvatore Leone: Uliveti (Olio su tela)

di Maria Grazia Anglano

Ci sono distanze che ricuciono spazi piccoli, altre che sorvolano abissi.
Spesso mi ritrovo in una terra franca, senza confini, dove i termini si interscambiano.
Ottiche dell’anima alla lente onnivora della mente.
Ma il viaggio non è destinazione
Il viaggio è scoperta. Continua a leggere “Ci sono distanze…”

Poesia

Scrive la pelle

di Maria Grazia Anglano

Hopper: Summer interior

Non mandarmi
via dall’Eden del mio giardino.
Non cucire
la lettera -A- sul mio petto.
Non ardere
il peccato della tua lussuria
insieme alle mie bianche carni.
Non dannare
la mia anima che a tuo dire
non ho.
Continua a leggere “Scrive la pelle”

Poesia, Scrittori salentini

Segno

Marc Chagall 'Saint Jean Cap Ferrat, 1952
Marc Chagall ‘Saint Jean Cap Ferrat, 1952

di Maria Grazia Anglano

Bisogna scrivere col silenzio del tuono
sulle barbe incise della nostra vita.
Arrivare radente, percepire il vuoto
e ricucire la carne piana del foglio. Continua a leggere “Segno”