Cultura salentina

Santa Lucia

di Lucio Causo


Santa Lucia fu martirizzata a Siracusa, in Sicilia, durante la persecuzione dei cristiani di Diocleziano. La sua memoria fu venerata sin dai tempi antichi ed è nominata nel canone della messa romana. La leggenda narra che Lucia fu denunciata come cristiana dal suo corteggiatore respinto e salvata miracolosamente dall’esposizione in un bordello e dalla morte nel fuoco. Secondo la storia Lucia era stata uccisa con un colpo di spada alla gola. Il nome di Santa Lucia, fa pensare alla luce, e forse per questo motivo ella viene invocata dal popolo contro le malattie degli occhi. Nell’arte è spesso raffigurata mentre porta due occhi su un piatto. Il 13 dicembre ricorre la festa della Santa famosa per essere la protettrice della vista. Prima dell’introduzione del calendario gregoriano (1582) la festa si celebrava in prossimità del solstizio d’inverno, da cui deriva il detto popolare “Santa Lucia il giorno più corto che ci sia”. Continua a leggere “Santa Lucia”

Pubblicità
Cultura salentina

Il pane e la puccia salentina

di Elena Tamborrino

Andavo in Salento in vacanza, da nonna Consiglia e zia Maria. Appena finiva la scuola, la zia veniva in Toscana a prendermi e mi portava giù, a casa della nonna, dove trascorrevo due mesi pieni di sole e di mare, con la controra afosa che trascorrevo leggendo di nascosto, perché in famiglia si sosteneva che dopo mangiato si dovesse dormire. Per forza. Io non ci riuscivo, per quanto mi concentrassi sul frinire delle cicale, ma non c’era nulla da fare: allora sgattaiolavo fuori dal letto sistemato ai piedi del lettone della nonna e della zia e mi rifugiavo nella sala da pranzo, su un divano, dove mi stendevo con un libro tra le mani. Poi la zia si alzava e dalla cucina sentivo diffondersi l’odore del caffè. La casa si risvegliava dal sonno pomeridiano, troppo presto ancora per sperare che l’aria rinfrescasse con il calar del sole e così si restava ancora, per almeno un’altra ora, nella penombra delle serrande a metà. Continua a leggere “Il pane e la puccia salentina”

Racconti, Scrittori salentini

La vigilia di Natale

di Lucio Causo

© Gianfranco Budano: Natale salentino

Nel pomeriggio della vigilia di Natale i ragazzi venivano incaricati di portare gli auguri alla comare e alle famiglie verso le quali ci si sentiva obbligati. Ovviamente bisognava portare un dono altrimenti, diceva la nonna “l’auguri senza cistu nu li riceve mancu Cristu” (gli auguri senza il cesto in dono non li riceve nemmeno Cristo) e “l’auguri senza sporte nun li ole mancu la sorte” (gli auguri senza sporte piene non li vuole nemmeno la sorte). Finite tutte queste incombenze natalizie, la sera ad una certa ora tutta la famiglia si riuniva a tavola. Continua a leggere “La vigilia di Natale”

Cultura salentina, Racconti, Scrittori salentini, Scrivere il Salento, Tradizioni

Il Natale dei poveri

di Lucio Causo

Giorgione: Natività Allendale, (cm. 89 x 111,5 National Gallery di Washington)

Ricordo che quando arrivavano le feste di Natale la ragazza che si girava in casa per aiutare la mamma nelle faccende quotidiane, faceva sempre la stessa domanda:

    “Che cosa fanno i poveri il giorno di Natale?”. Continua a leggere “Il Natale dei poveri”

Poesia, Poesie, Tradizioni

Alba di zampognari

di Giusy Agrosì

Giacomo Moretti: Zampognari, olio su tela, 100x120cm

Sono sveglia
eppur mi par di sognare.
Gli Zampognari annunciano la gioia
sfidando il freddo e il tempo
quando la città è ancora assopita
sotto le coltri della quotidianità. Continua a leggere “Alba di zampognari”

Tradizioni

Tempo di Natale

© Gianfranco Budano: Natale salentino
© Gianfranco Budano: Natale salentino

Sta arrivando Natale e, con esso, i ricordi infantili: le letterine fatte bruciare al fuoco di un accogliente camino, gli sguardi speranzosi volti in alto in attesa della Befana, nella nera fuliggine, le ultime stille scoppiettanti che annunciano la fine della brace, poi il sonno ristoratore e il mondo dei sogni, ricco di scope volanti e slitte cariche di doni. Continua a leggere “Tempo di Natale”

Scrittori salentini

Novena di Natale

di Lorenzo De Donno

© Gianfranco Budano: Natale salentino
© Gianfranco Budano: Natale salentino

Capita di svegliarsi presto e male, con il silenzio che fischia nei timpani e con uno strano senso di agitazione.

La capacità di dare il giusto peso ai problemi ed alle preoccupazioni della vita vacilla, la notte ci ha illuso con un temporaneo oblio ma ci ha restituito alla realtà più indifesi e vulnerabili. Continua a leggere “Novena di Natale”

Saggio

Alan Turing e l’omosessualità

Alan Turing nel 1927 (da Wikypedia)

Grazia postuma della Regina al matematico britannico Alan Turing. L’uomo che decriptò i codici nazisti usati dai sommergibili tedeschi, era stato condannato per omosessualità quasi 60 anni fa. L’Einstein della matematica, pioniere dell’informatica moderna, morì nel 1954 a 41 anni per avvelenamento. Alcuni storici attribuiscono al suo genio la caduta di Hitler.” Continua a leggere “Alan Turing e l’omosessualità”

Antropologia culturale, Cultura salentina, Gastronomia, Scrivere il Salento, Tradizioni

I profumi del Natale

Purceddhuzzi
I purceddhuzzi (Wikipedia)

Invitare qualcuno a pranzo vuol dire incaricarsi della felicità di questa persona durante le ore che egli passa sotto il vostro tetto. Anthelme Brillat-Savarin

Continua a leggere “I profumi del Natale”

Poesia

Il presepe

di Matteo Dell’Olio

Giorgione: Natività Allendale, (cm. 89 x 111,5 National Gallery di Washington)
Giorgione: Natività Allendale, (cm. 89 x 111,5 National Gallery di Washington)

Nella mia lunga vita ne ho visti di presepi

con lumi e con capanne sotto dei cieli appesi

e nascere ne ho visti di santi bambinelli Continua a leggere “Il presepe”