Mitologia

Edipo re e la tragedia greca

Oidipous sphinx MGEt 16541 reconstitution.svg
Oidipous sphinx MGEt 16541 reconstitution” di English: Oedipus PainterUser:Juan José Moral, Opera propria, 2009-02-27. Con licenza Pubblico dominio tramite Wikimedia Commons.

Sulla figura di Edipo, non tutti i tragediografi greci si trovano d’accordo e lo stesso Omero lo vuole figlio di Epicaste e non di Giocasta. Continua a leggere “Edipo re e la tragedia greca”

musica

Così parlò Zarathustra: da Nietzsche a Strauss

Friedrich Nietzsche
Ritratto di Friedrich Nietzsche: Una delle cinque fotografie scattate da fotografo Gustav Schultze, Naumburg, agli inizi di settembre del 1882.

Per poter gustare appieno il poema sinfonico di Strauss “Così parlò Zarathustra” bisogna  rifarsi  al testo omonimo scritto da Nietzsche intorno all’anno 1884, testo definito dallo stesso filosofo “un libro per tutti e per nessuno”. Un libro per tutti perché, fuori da ogni tecnicismo, l’autore cerca di spiegare il suo pensiero con un linguaggio semplice ed immediato, un libro per nessuno perché pieno di enigmi e profezie che sovvertono tutti i valori  del suo tempo. Nietzsche, consapevole di ciò, in una sua lettera si esprime così:

Continua a leggere “Così parlò Zarathustra: da Nietzsche a Strauss”

Saggio

Il “Don Chisciotte”

Gustave Doré: Don Quijote de La Mancha and Sancho Panza, 1863 (da Wikipedia)

Il “Don Chisciotte” di Cervantes nasce come critica alla mania invalsa alla fine del ‘500 in Europa e soprattutto in Spagna di immergersi nella lettura dei romanzi cavallereschi importati dalla Francia. Il fenomeno dei “Lettori impazziti” veniva così sottolineata da Cervantes che, inventandosi questo strano personaggio, voleva appunto fare uno spaccato della società del tempo. Continua a leggere “Il “Don Chisciotte””

Opinioni

Fane come u prete dice, nù comu u prete face

Botero: Il riposo del prete

La storia è fatta veramente di corsi e ricorsi come diceva Vico. Ci sono periodi storici in cui prevale il raziocinio, altri in cui prevalgono la spiritualità o addirittura il misticismo. Continua a leggere “Fane come u prete dice, nù comu u prete face”

Scrittori salentini

Il gioco della vta e della morte: i Telomeri

Ricordate “Il settimo sigillo”, uno dei capolavori di Ingmar Bergman? Il famoso regista fu ispirato dall’ascolto dei “Carmina Burana” di Karl Orff, Continua a leggere “Il gioco della vta e della morte: i Telomeri”

Saggio

Il Carnevale

Semel in anno licet insanire
(Una volta all’anno è lecito impazzire)
Enrico Murolo: Pulcinella street of Naples (olio su tela)
Con questa breve ma molto incisiva locuzione latina si può sintetizzare il periodo dell’anno che va sotto il nome di “Carnevale”, concetto espresso anche da Sant’Agostino, celebre per le sue accorate confessioni o, con qualche variante, da Orazio che ci racconta come sia dolce impazzire a tempo debito: “Dulce est desipere in loco”. Continua a leggere “Il Carnevale”
Storia

Il concetto di uguaglianza nei secoli

Michelangelo Buonarroti: Tondo Doni (da Wikipedia)

Nel suo scritto “Utopia”,  Tommaso Moro espone il suo concetto di eguaglianza che si rivelerà  un po’ ingenuo, un po’ malinconico, certamente irrealizzabile. Ma  se vogliamo avere un’idea globale delle teorie sull’eguaglianza che  hanno caratterizzato i  secoli nel nostro mondo occidentale, dobbiamo tornare indietro negli anni fino a Platone, alla sua “Repubblica” che vedeva gli uomini nettamente distinti in tre categorie: Continua a leggere “Il concetto di uguaglianza nei secoli”