Scrittori salentini

La casa nel viale

di Lorenzo De Donno

viale
Maglie, viale Madonna Addolorata (ph. Mauro Minutello, 2014)

Percorrendo il viale dell’Addolorata, mi sono soffermato, quasi senza volerlo, davanti ad una bella casa di pietra bianca, dallo stile vagamente “deco”, che risale ai primi del 900. Quella costruzione la conosco bene per esserci passato davanti migliaia di volte, apparteneva alla Signora Mele, una brava e “storica” maestra che era ancora in servizio presso la Scuola Elementare Principe di Piemonte, quando io ne ero alunno, alla fine degli anni ‘60.

Continua a leggere “La casa nel viale”

Racconti, Scrittori salentini

Risvegli (in una mattina d’inverno)

di Lorenzo De Donno

ccc
Silvia Rea, “Il Risveglio”, (Olio su Tela, 160 x 130 x 4 cm, 2009)

 

Giuseppe fa l’autista, si è alzato dal letto che era notte fonda. Ora si prepara il caffè con la piccola moka da una tazza, annerita dagli anni, che sbuffa e sfiata dall’impanatura. Come ogni mattina, ripulendo gli schizzi dalla cucina, si ripropone di cambiarne la guarnizione ma sa che, anche oggi,  se ne dimenticherà. Tra poco salirà sul suo pullman e raccoglierà, dalle fermate dei paesi della provincia, impiegati infreddoliti e studenti sonnacchiosi, che si assopiranno sui sedili … Continua a leggere “Risvegli (in una mattina d’inverno)”

Racconti, Scrittori salentini

L’incontro

di Lorenzo De Donno

sdfds
YOON SI YOUNG, “Tram” (2006)

Lei si voltò e, dopo qualche attimo di incertezza, lo abbracciò con un trasporto che gli sembrò sincero e spontaneo. Poi la donna si ritrasse di un passo, come per guardarlo meglio, quindi lo “agganciò” per un braccio e gli disse che era una bella sorpresa averlo incontrato dopo tanti anni, e che non era cambiato per nulla. L’uomo si schermì e, passandosi una mano sulla profonda stempiatura, simulò un gesto di scoraggiamento, così come faceva un vecchio commissario nella pubblicità di una brillantina.

Continua a leggere “L’incontro”

Cronaca locale, Scrittori salentini

Quindici anni: un’età mai avuta

Forse lei capirà il mio gesto e quanto bene davvero le voglio

Così, la madre di una delle due ragazzine finite sulle pagine di tutti i giornali, figlie dell’ennesimo scandalo che stupisce tutti gli italiani e non solo, conclude un’intervista nella quale spiega il perché ha denunciato sua figlia: ‘per il suo bene’, dice. Continua a leggere “Quindici anni: un’età mai avuta”

Racconti, Scrittori salentini

Per una donna

di Titti De Simeis

denittis
Giuseppe De Nittis, “Sulla panchina al bois” – olio su tela

Voci colorate, guinzagli penzoloni e cellulari inquieti. Magliette accaldate, scollate su pantaloni sfrangiati, rombi di moto al semaforo e mani di donna sguaiate. Continua a leggere “Per una donna”

Racconti, Scrittori salentini

Il poco è già molto a chi non ha che il poco

di Luca Portaluri

Giacomo Ceruti detto Pitocchetto: Mendicanti davanti al paese (olio su tela)
Giacomo Ceruti detto Pitocchetto: Mendicanti davanti al paese (olio su tela)

Era solita starsene in disparte, come tutti gli altri barboni del quartiere. Atomi destinati a rimanere tali, senza il barlume di un contatto affettuoso degno di chiamarsi cosi. Puzzava più dei bidoni dell’immondizia vicino ai quali dormiva. Come tutti gli altri, del resto, quelli che speravano in qualche avanzo di cibo, la sera, quando spesso si rischia di impazzire per la fame, si diventa nervosi e si beve, Continua a leggere “Il poco è già molto a chi non ha che il poco”

Racconti, Scrittori salentini

Mastro Geppetto da Scorrano, falegname di Natale

di Katia Giannotta

presepe
Gruppo Giovani della Parrocchia di Pieve Cesato, Tomasino Peroni, Giovanni Casadio, Particolare del presepe in segatura (2010)

                                                                                   

L’uomo entrò in quella piccola casa di pietra bianca, riscaldata all’interno dal fuoco acceso di un camino. Sua moglie Meca era china sulla tavola ad impastare il pane per il mattino dopo. Continua a leggere “Mastro Geppetto da Scorrano, falegname di Natale”