Cultura salentina, Poesie, Scrittori salentini

Dio mio…

di Salvatore Toma, a Great Poet (1951/1987)

Foto appartenenti all’archivio Famiglia TOMA – tutti i diritti riservati

Dio mio
quando guardo le foto
di mia moglie da bambina
una tenerezza infinita
mi travolge. Cosa faceva Continua a leggere “Dio mio…”

Cultura salentina, Poesie, Scrittori salentini

La mia è una donna favolosa

di Salvatore Toma

 “a Great Poet” (1951/1987)

Egidio Marullo: Acquerello

1
Vorrei ficcarmi le dita
allo stomaco
spaccarmi le costole
spezzarle con grandissimo dolore
aprirle
so che non verrebbero fuori Continua a leggere “La mia è una donna favolosa”

Cultura salentina, Poesie, Scrittori salentini

C’è una donna

di Salvatore Toma

a Great Poet, (1951/1987), nato oggi 11 maggio


1
C’è una donna
qui accanto alla mia vita
che con me cerca un conflitto.
Lo cerca a tutti i costi
anche a essere sfrontata. Continua a leggere “C’è una donna”

Cultura salentina, Poesie, Scrittori salentini

Ninna nanna per Giovanni

di Salvatore Toma, a Great Poet (1951/1987)

OAK TREE OIL PAINTING by TOM BROWN

Pensa agli alberi
quando c’è il vento
alle loro cime giocate
con dolcezza improvvisa
pensa alle foglie
finalmente lavate Continua a leggere “Ninna nanna per Giovanni”

cultura meridionale, Cultura salentina, Saggio

Salvatore Toma, il cantore dell’amore e della vita

di Tina Cesari


Il poeta dei liburni e dei corbezzoli, così Antonio Verri definiva il magliese Salvatore Toma. A Maglie c’è un bosco di querce, denominato “Le Ciancole”, e Salvatore, in questa sorta di eden incontaminato, scriveva versi sulla sua quercia prediletta. Continua a leggere “Salvatore Toma, il cantore dell’amore e della vita”

Cultura salentina, Poesia, Poesie

Agli Indiani d’America

di Salvatore Toma

Egidio Marullo: Pochi passi, acquerello (30,5 x 13 cm), settembre 2018

Arriverà la vita
arriverà
arriveranno le grandi cime
mosse dal vento
l’azzurro dei fiumi
e la neve
e i giorni senza peccato. Continua a leggere “Agli Indiani d’America”

Poesia, Poesie

L’allodola crestata

ultime righe a Toma

-“tra te e il mondo scegli il mondo”-Franz Kafka

di Cesare Minutello

All’orizzonte nel mare

vaghi incrocia i monti d’Albania

l’immobilità di un bastimento: Continua a leggere “L’allodola crestata”

Poesia

Cold coming girl ( March 17 )

di Cesare Minutello

Era la primavera del 1997 e avevo appena finito di leggere A cold coming di Tony Harrison, incluso nella raccolta “V.” a cura di Massimo Bacigalupo per i tipi della Giulio Einaudi Editore. In esergo al poemetto, Harrison citava l’Eliot del Viaggio dei Magi, anche se il “freddo venire” di quest’ultimo è di tutt’altro significato rispetto a quello del nostro contemporaneo. Fatto sta che in quel frangente nacque l’idea di titolare “Ragazza dal freddo venire” le righe che andavo a compilare in occasione del decimo anniversari del terreno saluto di Salvatore Toma. Bene, l’11 maggio ricorre invece la data della sua nascita e mi piacerebbe fosse pubblicata, per l’occasione, la poesiola che in allegato vi invio, e che all’epoca scrissi. Continua a leggere “Cold coming girl ( March 17 )”