Scrivere il Salento

Santa Cesarea, Nostra Signora un po’ chic

di Paolo Vincenti

fuga

Guardando Santa Cesarea dal mare non si può fare a meno di notare, fra i colori intensissimi della splendida località adriatica, la sua grande cupola arancione, che spicca, altera e monumentale, Continua a leggere “Santa Cesarea, Nostra Signora un po’ chic”

Saggio, Storia

Lettere dai campi U.N.R.R.A. in provincia di Lecce

di Gianni Vitale
uno

Lettera spedita da Marina di Leuca, il 3 novembre 1945, da un ospite del campo H.Q. IT 35 ed indirizzata negli Stati Uniti d’America dove arrivò il 2 dicembre. Utilizzo di etichetta per Raccomandata di Mesagne, cancellata a lapis, per mancanza in loco di analoghi modelli. Annullo e striscia di censura; timbri d’arrivo U.S.A. (Foto Archivio Priv. G. Vitale)

La fine del secondo conflitto mondiale non rappresentò la conclusione del dramma degli ebrei. In mezzo alle rovine della guerra, attorno agli ex campi di concentramento del Terzo Reich, nella Germania meridionale ed in Austria (Bergen Belsen-Mathausen), vagavano decine di migliaia di sopravvissuti allo sterminio nazista. Per affrontare tale emergenza umanitaria furono istituiti diversi campi profughi, sotto la sigla di «Displaced persons», da parte dell’U.N.R.R.A. Continua a leggere “Lettere dai campi U.N.R.R.A. in provincia di Lecce”

Racconti, Scrittori salentini

…la favola di nonna Prora…

di Lele Mastroleo

Pasquale Urso: Marina (Acquerello)

… quando muore un giorno e sulla finestra, che dà sul retro, si raduna la pioggia e ci si specchia tutta la fatica delle ore, sul sentiero che si spinge sino al bosco del tempo, si vede passare una donna in nero con in mano una torcia e una campana. Continua a leggere “…la favola di nonna Prora…”