Racconti, Scrittori salentini, Scrivere il Salento

Tre pennellate da un romanzo inedito

di Tiziana Pedone

santo emiliano grande - De Donno
‘Sant’Emiliano’, 60×90, acrilico su tela, tecnica mista – 2016

Dopo essermi infilata in un vecchio paio di jeans e una maglietta lisa dall’usura, ho tirato fuori dall’armadio una piccola tela vergine. Ho preso i pennelli e i colori che avevo riposti in un cassetto e ho cominciato a dare le prime pennellate. Una rossa, una verde, una azzurra. Sorrido dentro di me. So che questi colori hanno un significato ben preciso e non sono per nulla casuali.

Continua a leggere “Tre pennellate da un romanzo inedito”

Opinioni, Scrittori salentini

Girotondo

Robert Doisneau (FRA 1912-1994): Les tabliers de la rue de Rivoli, 1978

I bambini: sanno ancora giocare. Sanno, sempre, come inventarsi il mondo. Oltre noi. Nella scontatezza delle nostre giornate, programmate in ogni dettaglio, per noi son diventati piccoli impegni pianificati Continua a leggere “Girotondo”

Poesia, Scrittori salentini

Segno

Marc Chagall 'Saint Jean Cap Ferrat, 1952
Marc Chagall ‘Saint Jean Cap Ferrat, 1952

di Maria Grazia Anglano

Bisogna scrivere col silenzio del tuono
sulle barbe incise della nostra vita.
Arrivare radente, percepire il vuoto
e ricucire la carne piana del foglio. Continua a leggere “Segno”

Poesia, Poesie

…un filo di fumo…

© Pasquale Urso: Acquaforte
© Pasquale Urso: Acquaforte

 

…il fumo sale dritto tra le tende di cotone

e la luna affacciata sul terrazzo di fronte,

come l’aquilone che mi portava a spasso

sulla strada dietro la scuola, Continua a leggere “…un filo di fumo…”

Racconti, Scrittori salentini, Scrivere il Salento

Il Natale dei poveri

Carlo Maratta: Natività

di Lucio Causo

C’era una volta una bambina che tutti gli anni quando ritornavano le feste di Natale si rifaceva una stessa domanda:

 “Che cosa fa la povera gente il giorno di Natale ?”.

Non era una preoccupazione assillante e neppure una caritatevole sollecitudine, ma appena un’ombra che appariva e scompariva nella letizia della sua festa, presto cancellata per istinto infantile ed egoistica difesa. Continua a leggere “Il Natale dei poveri”

Cultura salentina, Mitologia

La tramontana dei Santi Martiri di Otranto (il mare sa come fare)

di Lorenzo De Donno
lapide

Grandi spruzzi, oggi, sotto al faro della Palascia,  che chiude a sud la suggestiva  Baia delle Orte, per una bella tramontana estiva  che asciuga presto il sudore della lunga camminata. La “tramontana dei Santi Martiri”, così la definivamo da ragazzi. Continua a leggere “La tramontana dei Santi Martiri di Otranto (il mare sa come fare)”

Racconti, Scrittori salentini

Taccuino di Viaggio, Costiera Amalfitana: tappa a Minori

di Lorenzo De Donno

Corrodi - Strada di paese con Vesuvio sullo sfondo
Hermann Corrodi (Frascati 1844 – Roma 1905): Strada di paese con Vesuvio sullo sfondo, c. 1879 (olio su tela, cm. 85,5 x 163)

Mi sono fermato, quasi per caso, in questo borgo, incastonato come un piccolo anfiteatro fra due montagne che precipitano nel Tirreno, spinto dall’esigenza di trovare in fretta una farmacia sul limite dell’orario di chiusura e dopo chilometri e chilometri di guida nel traffico intasato, fra tornanti strettissimi e snervanti sensi unici alternati. Ritirato in tempo il farmaco che mi occorreva e venuta meno, pertanto, la tensione determinata dalla fretta e dallo stress da guida, mi guardo finalmente intorno e mi accorgo della bellezza, dolce e discreta, del luogo in cui mi trovo.

Continua a leggere “Taccuino di Viaggio, Costiera Amalfitana: tappa a Minori”

Scrittori salentini

La casa nel viale

di Lorenzo De Donno

viale
Maglie, viale Madonna Addolorata (ph. Mauro Minutello, 2014)

Percorrendo il viale dell’Addolorata, mi sono soffermato, quasi senza volerlo, davanti ad una bella casa di pietra bianca, dallo stile vagamente “deco”, che risale ai primi del 900. Quella costruzione la conosco bene per esserci passato davanti migliaia di volte, apparteneva alla Signora Mele, una brava e “storica” maestra che era ancora in servizio presso la Scuola Elementare Principe di Piemonte, quando io ne ero alunno, alla fine degli anni ‘60.

Continua a leggere “La casa nel viale”

Racconti, Scrittori salentini

Risvegli (in una mattina d’inverno)

di Lorenzo De Donno

ccc
Silvia Rea, “Il Risveglio”, (Olio su Tela, 160 x 130 x 4 cm, 2009)

 

Giuseppe fa l’autista, si è alzato dal letto che era notte fonda. Ora si prepara il caffè con la piccola moka da una tazza, annerita dagli anni, che sbuffa e sfiata dall’impanatura. Come ogni mattina, ripulendo gli schizzi dalla cucina, si ripropone di cambiarne la guarnizione ma sa che, anche oggi,  se ne dimenticherà. Tra poco salirà sul suo pullman e raccoglierà, dalle fermate dei paesi della provincia, impiegati infreddoliti e studenti sonnacchiosi, che si assopiranno sui sedili … Continua a leggere “Risvegli (in una mattina d’inverno)”

Racconti, Scrittori salentini

L’incontro

di Lorenzo De Donno

sdfds
YOON SI YOUNG, “Tram” (2006)

Lei si voltò e, dopo qualche attimo di incertezza, lo abbracciò con un trasporto che gli sembrò sincero e spontaneo. Poi la donna si ritrasse di un passo, come per guardarlo meglio, quindi lo “agganciò” per un braccio e gli disse che era una bella sorpresa averlo incontrato dopo tanti anni, e che non era cambiato per nulla. L’uomo si schermì e, passandosi una mano sulla profonda stempiatura, simulò un gesto di scoraggiamento, così come faceva un vecchio commissario nella pubblicità di una brillantina.

Continua a leggere “L’incontro”

Bibliografia, Recensioni, Scrittori salentini, Scrivere il Salento, Storia

I Maramonte di Terra d’Otranto, un libro di Vito Papa

 ffff

Nel corso dei secoli XVI-XVIII le storie di famiglia sono state oggetto di argomentazione per una vastissima produzione letteraria. La genealogia, in particolare, ha avuto il merito di narrare la grande storia attraverso le vicende di una schiatta che, per valor militare o civile, è stata una delle protagoniste del tempo. L’araldica, invece, ne ha evidenziato il carattere nobiliare,

Continua a leggere “I Maramonte di Terra d’Otranto, un libro di Vito Papa”