Cultura salentina, Eventi, Personaggi

Le iniziative culturali, artistiche e editoriali per il centenario della nascita di Vittorio Bodini

di Paolo Rausa
Bodini

Quest’anno ricorre il centenario della nascita di Vittorio Bodini, nato il 6 gennaio 1914 a Bari da famiglia leccese e ritornato nel capoluogo salentino all’età di tre anni, alla morte del padre. Il Centro Studi Vittorio Bodini, presieduto dalla figlia Valentina e sotto la supervisione letteraria di Antonio L. Giannone della Università del Salento, ha messo in programma una serie di iniziative culturali, artistiche ed editoriali al fine di promuovere la conoscenza dell’opera letteraria del grande poeta, traduttore e cantore del Sud. Continua a leggere “Le iniziative culturali, artistiche e editoriali per il centenario della nascita di Vittorio Bodini”

Personaggi, Saggio

Vittorio Bodini: Cent’anni di solitudine

vittorio-bodini

Il poeta più odiato

Entrate dove c’è un poeta – diceva Elio Vittorini – e subito vedrete che il problema di un paese non ha più confini precisi, diventa un problema di tutto il mondo. Ed è vero, se parliamo di Vittorio Bodini, di cui si celebrerà (?) tra poco il centenario dalla nascita (6 gennaio 1914). Continua a leggere “Vittorio Bodini: Cent’anni di solitudine”

Cultura salentina, Poesia, Scrittori salentini, Scrivere il Salento

Qui dove i monaci rissosi imparano a volare

di Lele Mastroleo

Vittorio Bodini

“Ho rimesso finalmente la sveglia sul mio pomeriggio, ho da vedere la piazza alle cinque in punto, contare i mattoni che portano alla chiesa, rimestare il catrame spezzato negli angoli e buttato lì a coprire le buche, devo battezzare tutte le lucertole che da bambino mi son scappate, rimbiancare tutti i muri della mia infanzia, quelli neri di carie che bruciavano la schiena, quelli rossi di malta povera che scrostavano le dita.” Continua a leggere “Qui dove i monaci rissosi imparano a volare”

Cultura salentina, Territorio, Tradizioni

eBook: Verso Finibusterrae

di Paolo Vincenti


Poeti a Finibusterrae Un Novecento, è un libro edito un paio di anni fa dalla Provincia di Lecce, per le amorevoli cure di Antonio Errico, conosciuto ed apprezzatissimo critico letterario. Questo libro, dalla elegante copertina blu, sulla quale sono tratteggiati i confini di un Salento stilizzato, patria dei poeti qui trattati, è un’opera antologica che vuole ricordarci alcune delle voci poetiche più raffinate che il nostro Salento abbia espresso nell’ultimo secolo. Continua a leggere “eBook: Verso Finibusterrae”

Cultura salentina

Premio Vittorio Bodini: tra arte e poesia

Vittorio Bodini

Ritorna puntuale come ogni anno nel Comune di Minervino l’appuntamento volto a dare lustro e commemorazione al poeta salentino Vittorio Bodini, autore illustre della letteratura italiana, della poesia e della cultura del Novecento.

L’iniziativa ha visto nelle passate edizioni, il susseguirsi di personaggi illustri: i poeti Elisa Biagini, Milo De Angelis, Maria Gallinari, Michele Mirabella, Antonio Errico, Piero Manni, Donato Valli, Luigi Giannone; l’attore Bruno Armando, Calantonio Mozzanti. Nelle ultime edizioni ha premiato Carmen La Sorella e Tiziano Scarpa. Continua a leggere “Premio Vittorio Bodini: tra arte e poesia”

Cultura salentina, Scrivere il Salento

Dopo morti, tutti a Leuca, ma col cappello in testa

di Augusto Benemeglio

Add to FaceBookAdd to Twitter

Leuca (copyright Gianfranco Budano)

Sui salentini che , dopo morti , fanno ritorno a Leuca col cappello in testa, esiste una poesia di Vittorio Bodini dal titolo Finibusterrae, che fa parte della raccolta Dopo la luna. Cito i versi immediatamente precedenti, e quelli in questione:

Il fanale d’ un camion,
scopa d’apocalisse, va scoprendo
crolli di donne in fuga
nel vano delle porte e tornerà
il bianco per un attimo a brillare
della calce , regina arsa e concreta
di questi umili luoghi dove termini,
meschinamente , Italia, in poca rissa
d’acque ai piedi di un faro.
E’ qui che i salentini dopo morti
fanno ritorno
col cappello in testa.

Continua a leggere “Dopo morti, tutti a Leuca, ma col cappello in testa”