Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Cultura salentina’ Category

di Giuseppe Santoro

Spesso guardandoti mi chiedo
perché è così dura la vita
per una madre che ha dato tanto
di più, senza mai chiedere troppo. (altro…)

Annunci

Read Full Post »

di Lorenzo De Donno

Picasso: Guernica

Non è ancora giorno ma sono già sveglio, e ho una strana agitazione addosso. Provo a scrivere con la stilografica sul mio taccuino. È da troppo tempo che il numero delle pagine bianche è invariato e da altrettanto tempo ho scoperto che un taccuino da scrittore fa scena ma non è, di per sé, un catalizzatore di buone ispirazioni. Ascoltare il pennino che graffia la carta, lasciando inciso il suo segno nero, però fa compagnia. L’odore di tipografia dell’inchiostro liquido è evocativo, quasi inebriante. (altro…)

Read Full Post »

di Franco Melissano

Galeotto il manoscritto e chi ne fu l’autore. Non avrei durato l’improba fatica di tradurre in versi tanti passi dell’Eneide e del De Rerum Natura, se non lo avessi trovato. Ma andiamo con ordine. (altro…)

Read Full Post »

di Alfredo Zumini

© Giuseppe Diso: Copia di Figura (olio su tela, cm 60×100, 2010)

la foto di lei
ritrovo nel cassetto
con la data la dedica
sul retro ingiallito
e nella stanza
non c’è più nessuno. (altro…)

Read Full Post »

di Dario Massimiliano Vincenti

Nei pochi passi che il pavimento ancora consentiva, lasciato libero da “ingombri” d’arte, di lavorazioni e di ceramica, e da non pochi panetti di argilla accuratamente bagnati, mi muovevo con grande accortezza, perdendosi il mio sguardo qua e là fra i tanti piccoli e grandi lavori di bell’artigianato un po’ disseminati ovunque. (altro…)

Read Full Post »

Voci da lontano

di Giuseppe Santoro

V. Van Gogh: Notte stellata sul Rodano, 1888, olio su tela, Musèe d’Orsay, Parigi

Si spegne una stella
poi un’altra e un’altra ancora
cadono i giorni d’agosto
e si assottiglia il tempo
in vostra compagnia
e lento si avverte il passo
d’un alito d’autunno. (altro…)

Read Full Post »

Giuseppe Diso, ‘Salento’ (olio su tela, 60×90) – 2017

Succede. Quando entri in un negozio e ti si chiede di dove sei. Perché hai un accento diverso, perché sorridi mentre chiacchieri, perché è inevitabile darti retta anche se c’è molta gente: ti porti dietro la semplicità di chi non finge accenti che non gli somigliano o che non sa ‘dire’. Sei così, e partecipi il mondo che ti abita, a chiunque. Sai di ‘Sud’ e non sai negarlo. Non puoi. Non vuoi invogliare benevolenza in chi, ancora oggi, rigetta la presenza dei meridionali nell’Italia più ‘evoluta’. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: