Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for maggio 2012

Esattamente quattro anni fa moriva Aldino De Vittorio, scultore, pittore, poeta, maestro della cartapesta e del restauro, incisore; artista poliedrico, autentico, intenso e raro, tra i maggiori di Gallipoli, anzi forse l’ultimo vero artista di quella cellula di miele, di muffa e salnitro dalla fragili architetture ch’era un tempo Gallipoli, città sognata e mai veramente esistita. (altro…)

Read Full Post »

La vita familiare e professionale del diabetologo Alessio Epifani scorre tranquilla e ordinata nella routine quotidiana della capitale. La ricezione di un misterioso biglietto postale, otto giorni prima del suo sessantesimo compleanno, è destinata a sconvolgere quell’ordine costituito. (altro…)

Read Full Post »

di Lucio Causo

vecchio

ph. Buga, Il vecchio e il mare (e il bambino e la scogliera e il faro) – (2008)

Vi racconto la storia dell’incontro di un vecchio e di un fanciullo avvenuto tanti anni fa al mare. Una storia vera, come vera è oggi la vita che scorre fra le bianche case di Torre Muzza, un piccolo borgo che sorge sulla nostra costa, proprio di fronte al mare azzurro dello Ionio.

Potrei cominciare come nel racconto delle fiabe:

C’era una volta un vecchio pastore che si chiamava Tata Rocco. (altro…)

Read Full Post »

stefc

Maglie, Chiesa Sant’Isidoro, Stemma civico di Maglie (XIX sec.) – (ph. V. D’Aurelio)

In passato le regole per la composizione di uno stemma erano stabilite dalla Consulta Araldica ovvero da quell’organo governativo nato nel 1890 che disciplinava l’assegnazione di titoli nobiliari, di pubbliche onorificenze e di stemmi. Maglie, in concomitanza con il riconoscimento del titolo di città, ottenne l’ufficializzazione del suo stemma con regio decreto del 2 febbraio 1890: (altro…)

Read Full Post »

di Lele Mastroleo

Per questa volta non parlerò di poesia nè di incanto, di alcun racconto e di nessuna magia. Per una volta vorrei parlarvi del dolore. Dolore di quelli grandi, dolore enorme, dolore infinito, quello di un padre che perde un figlio o una figlia. Dolore amplificato dal fatto che quella figlia aveva solo sedici anni. (altro…)

Read Full Post »

fdsfsfdsf

Nella sua casa, completamente nudo e sudato si gettava sulla poltrona.

Era appena rientrato, il cuore gli batteva a mille, gli occhi allucinati, un tam tam in testa. (altro…)

Read Full Post »

di Titti De Simeis
silenzio

Chiedo al silenzio di scendere a placare il nostro dolore che stenta a convivere con l’“inumanità”di uomini incapaci di provare qualsiasi sentimento che possa definirli tali. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: